Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Nuove multe in arrivo per chi non usa il POS: cosa succederà dal 30 Giugno

Nuove multe in arrivo per chi non usa il POS: cosa succederà dal 30 Giugno

Il POS è un dispositivo che permette di accettare pagamenti con carta di credito, debito e prepagata attraverso la lettura di un chip. L’acronimo POS deriva dall’inglese Point Of Sale, che significa letteralmente “punto di vendita”. Per legge a pagare le spese bancarie sui pagamenti tramite POS sono quindi i commercianti, per questo motivo molti rifiutano transazioni di piccolo importo. Ma il Governo per evitare questo tipo di inconvenienti ha deciso di raddoppiare le multe per chi si rifiuterà di usarlo. Vediamo nel dettaglio che cosa accadrà a partire dal 30 Giugno 2022. (Continua a leggere dopo la foto)

Nuove multe in arrivo per chi non usa il POS: cosa succederà dal 30 Giugno

Come riportato da Qui Finanza, il Governo ha anticipato l’arrivo della multa per chi rifiuta il pagamento tramite POS, il dispositivo elettronico che consente di utilizzare le carte, al 30 giugno 2022. L’obbligo per esercenti e professionisti in realtà esiste dal 2014, ma non la multa, che diventerà realtà non più dal primo gennaio 2023, come previsto, ma già a partire dalla fine del prossimo mese.  La norma, modificata lo scorso anno dal governo Draghi, prevede una sanzione di 30 euro più il 4% del valore delle transazione e non riguarda soltanto i commercianti ma tutti coloro che offrono prodotti e servizi al pubblico, compresi i professionisti, come i medici o i tassisti. Tutti i dati dei pagamenti effettuati nei negozi, esercizi commerciali e studi professionali, andranno trasmessi direttamente dagli intermediari che emettono carte e bancomat, aggirando così il rischio di una mancata conversione in scontrino o ricevuta fiscale. (Continua a leggere dopo la foto)

Tutte le curiosità su questa forma di pagamento

Il POS è un dispositivo che permette di accettare pagamenti con carta di credito, debito e prepagata attraverso la lettura di un chip. I pagamenti con POS rappresentano un metodo di pagamento alternativo, che non prevede l’utilizzo dei contanti. Esistono diversi tipi di POS: fisso,  wireless, GSM/GPRS e Mobile. Questo tipo di pagamento offre diversi vantaggi: fornisce una maggiore autonomia, facilita i pagamenti dei clienti, offre la possibilità di effettuare pagamenti ovunque e in qualsiasi momento e non comporta spese di manutenzione.

Vuoi rimanere informato su tutte le notizie in tempo reale? Segui il canale Telegram 👉 t.me/ultimaor