Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

Cadavere nel Tevere, ripescato il corpo: scoperto di chi si tratta

Il corpo di un uomo è stato ripescato dal Tevere questa mattina. Il cadavere è stato ritrovato dai Vigili del fuoco che stavano perlustrando la zona. Il corpo galleggiava e a quel punto è arrivata la fluviale per recuperare la salma, che è stata poi adagiata sulla banchina e coperta con un telo. In seguito è stato riconosciuto il corpo: ecco di chi si tratta. (Continua dopo la foto…)

Cadavere ripescato nel Tevere

Questa mattina, a Ponte Sisto, un corpo di un uomo è stato ripescato dal Tevere. Il cadavere è stato ritrovato dai Vigili del fuoco, che si trovavano lì per perlustrare la zona. Il corpo galleggiava sull’acqua del fiume. La fluviale ha così recuperato la salma, adagiandola sulla banchina e coprendola con un telo. Il corpo era di un giovane, ritrovato con una canottiera e un cappellino celeste. Dopo il recupero del corpo si è passati all’identificazione del cadavere. Di seguito vi riportiamo il nome e il cognome dell’uomo ritrovato nel Tevere questa mattina. (Continua dopo la foto…)

Roma, arrestato il medico spacciatore: in casa droga e soldi

Di chi si tratta

Il corpo ritrovato questa mattina nel Tevere è di Elija Oliphamt,  turista americano 21enne, nato a Dallas e in vacanza nella Capitale da qualche giorno. La sua scomparsa era stata segnalata anche in tv dai familiari. Al momento non si conoscono dettagli sulla sua morte. Le indagini sono condotte dal commissariato Trastevere. I genitori, quando hanno riconosciuto il corpo, erano sotto choc. Come riporta “Il Messaggero”, per il riconoscimento c’erano un uomo disperato che urlava (probabilmente il padre), due ragazzi sui 20 anni e due donne.

Non è la prima volta che Ponte Sisto viene investito da un fatto di cronaca. In passato, infatti, ci sono già stati casi di studenti caduti nel fiume, ma anche il caso Galioto e la morte dell’americano Beau Solomon.

powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure