Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Melito, una signora anziana disperata e senza un soldo chiama i carabinieri: la loro reazione

Melito, una signora anziana disperata e senza un soldo chiama i carabinieri: la loro reazione

La vicenda ha avuto luogo a Melito, dove un’anziana disperata chiama i carabinieri. I carabinieri di Melito, un paesino in provincia di Napoli, hanno ricevuto una chiamata insolita qualche giorno fa. Li ha contattati una signora anziana, per chiedere aiuto. La donna ha spiegato ai militari che viveva sola e che non aveva un soldo per fare la spesa né per pagare le bollette. Un grido d’aiuto timido, di una persona che proprio non ce la faceva più. Come hanno reagito i carabinieri?

Melito, un'anziana senza soldi chiama i carabinieri: cosa hanno fatto loro
Melito, un'anziana senza soldi chiama i carabinieri: come hanno reagito

Melito, un’anziana senza soldi chiama i carabinieri: come hanno reagito

La donna, di 63 anni, ha raccontato ai carabinieri di aver bisogno di aiuto: non ha un soldo per mangiare né per pagare le bollette. I carabinieri della tenenza di Melito non hanno esitato e sono andati a trovarla. In realtà la situazione della 63enne era anche peggiore di quanto lei aveva rivelato. I carabinieri hanno scoperto che la signora, vedova da tempo, non ha alcuna fonte di reddito: non poteva permettersi neanche un tozzo di pane.

In tre giorni la signora aveva mangiato soltanto uno yogurt. In casa aveva solo qualche farmaco per alleviare il suo stato di disperazione. Niente pensione, il figlio viveva lontano e non avevano contatti. Cosa hanno fatto i carabinieri? I militari, innanzitutto, si sono assicurati che dei medici la visitassero immediatamente. Dopo essersi assicurati che non avesse problemi fisici gravi, le hanno fatto la spesa. Le hanno portato acqua, frutta, pane, pasta, un pasto caldo ristoratore e un pandoro. Ma non è finita qui. I carabinieri faranno di tutto perché la donna viva in maniera dignitosa come merita: si assicureranno che riceva conforto dagli enti assistenziali del posto e le garantiranno una vicinanza costante, riporta il sito Today

LEGGI ANCHE: Panettoni, il maxi sequestro dei Nas: cos’è successo

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure