Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

Papa Francesco, tutto il mondo in ansia per il suo annuncio: “Ho un problema di salute”

Tutto il mondo in ansia per l’annuncio di Papa Francesco. Questa mattina, al termine dell’Udienza Generale, Sua Santità ha annunciato di avere un problema di salute. Le sue parole ovviamente hanno sconcertato i presenti. Quando la notizia è divenuta di dominio pubblico tutti i fedeli sono rimasti senza parole. Jorge Maria Bergoglio è amatissimo e nessuno vorrebbe mai dire addio ad un Papa come lui. (Continua dopo la foto…)

L’annuncio di Papa Francesco

Questa mattina si è tenuta l’Udienza Generale nell’aula Paolo VI. Era presente ovviamente anche Papa Francesco, che ha sconcertato i presenti con un annuncio assai triste. “Ho un problema di salute“, ha esclamato Jorge Maria Bergoglio. Il suo annuncio è un vero e proprio fulmine a ciel sereno per migliaia e migliaia di fedeli. Nessuno, infatti, si sarebbe aspettato queste parole da parte del Papa. Le sue condizioni di salute saranno ovviamente monitorate nelle prossime ore. (Continua dopo la foto…)

“Grave lutto”. Papa Francesco, il triste annuncio poco fa

Le parole di Bergoglio

Durante l’Udienza Generale di questa mattina, Jorge Maria Bergoglio ha annunciato di avere un problema di salute: “Oggi non potrò andare tra voi per salutarvi perché ho un problema nella gamba destra, mi si è infiammato il legame del ginocchio ma scenderò e vi saluterò lì. E voi passate per salutare. Una cosa passeggera”. Nonostante gli acciacchi, il Papa non perde mai il buon umore: “Dicono che questo avviene solo ai vecchi, non so perché è arrivato a me”. Con il suo senso dell’umorismo, Bergoglio ha cercato di rassicurare i tanti fedeli che lo avevano visto camminare a fatica.

Durante l’Udienza Generale, il Papa ha ricordato le vittime dell’Olocausto: “È necessario ricordare lo sterminio di milioni di ebrei e persone di diverse nazionalità e fedi religiose. Non deve più ripetersi questa indicibile crudeltà. Faccio appello a tutti, specialmente agli educatori e alle famiglie, perché favoriscano nelle nuove generazioni la consapevolezza di questo orrore, di questa pagina nera della storia. Essa non va dimenticata affinché si possa costruire un futuro dove la dignità umana non sia più calpestata”.

powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure