Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » “Mattino 5”, Liliana Resinovich morta per soffocamento: le dure parole del marito contro Claudio Sterpin

“Mattino 5”, Liliana Resinovich morta per soffocamento: le dure parole del marito contro Claudio Sterpin

Tv News Liliana Resinovich è deceduta per “morte asfittica tipo spazio confinato (plastic bag suffocation), senza importanti legature o emorragie presenti al collo” e il decesso risalirebbe a 48-60 ore circa prima del rinvenimento del cadavere stesso”. Queste le conclusioni, riportate dall’Ansa, a cui sono giunti i consulenti del pm incaricati dalla Procura di Trieste per indicare l’epoca della morte e le cause che l’hanno determinata. Ambedue questioni importanti per avere un quadro complessivo della vicenda. Ma ci sono ancora dei nodi fa sciogliere, punti da chiarire. In queste ore si è parlato del caso anche a “Mattino Cinque”. Federica Panicucci ha avuto in collegamento Sebastiano Visintin, il marito di Liliana Resinovich, e l’amico di quest’ultima, Claudio Sterpin. Leggi anche l’articolo —> Caso Liliana Resinovich, svelati i risultati dell’autopsia: ecco com’è morta

“Mattino 5”, Liliana Resinovich morta per soffocamento: il marito interviene in diretta tv

Liliana Resinovich è scomparsa di casa, a Trieste, il 14 dicembre scorso. Il suo corpo è stato trovato il 5 gennaio nel boschetto dell’ex ospedale psichiatrico del rione San Giovanni, a pochi passi dalla abitazione che lei condivideva con il marito, Sebastiano Visintin: dove è stata in quei venti giorni? È questo uno degli interrogativi a cui non si è ancora trovata una risposta. A “Mattino 5” c’è stato in collegamento Sebastiano Visintin, che ha insistito proprio su questo punto: “Dove è stata Liliana dal 14 dicembre fino a quando è morta? Noi siamo esterrefatti da queste notizie. Ho parlato con il mio avvocato e i nostri consulenti che si sono già messi in relazione con la Procura per poter dare seguito a delle ricerche e visualizzare quello che è stato fatto dei medici dei consulenti della Procura”. (continua a leggere dopo le foto)

Liliana resinovich

Dove è stata Liliana Resinovich dal 14 dicembre fino a quando è morta?

Il marito di Liliana Resinovich ha poi proseguito: “Per noi la morte risale al 14 dicembre o al massimo al giorno dopo. È stata uccisa? Non oso pensare che qualcuno le abbia fatto del male e che si sia suicidata è ancora peggio. Bisognerà capire da dove deriva tutto questo dolore e questa voglia di farla finita. Di altro non voglio parlarne, quando avremo i risultati delle perizie fatte sui dispositivi allora forse avremo delle risposte, adesso abbiamo solo supposizioni dette da persone che non hanno titolo a parlare di me e di Liliana”.

E ancora: “Io sono il marito, come si permettono certe persone a fare insinuazioni? L’avvocato e il nostro consulente hanno fatto richiesta di poter accedere a queste perizie che sono state fatte per capire se sono state fatte in maniera corretta o se vi è qualche dimenticanza. Sono solamente fantasie, vedremo se avremo un giorno delle risposte”, ha dichiarato il marito della Resinovich. Su una possibile riesumazione del cadavere, l’uomo ha detto: “Mi fa male il cuore, non le ho potuto dare una carenza quando è stata seppellita, ho visto solo una foto da una stampante, e sapere che il suo corpo venga riesumato per altri accertamenti… se sono necessari io non mi oppongo, ma il mio desiderio è quello di sottostare ai desideri di Liliana, ovvero che venga cremata e le sue ceneri essere sparsi nel Golfo di Trieste”. (continua a leggere dopo le foto)

“Mattino 5”, torna a parlare il marito di Liliana Resinovich: dure parole contro Claudio Sterpin

Il fratello di Liliana, intervistato sempre da “Mattino 5”, ha attaccato però Sebastiano Visintin: “Non si è suicidata, sicuro. Se si fosse suicidata avrebbe lasciato una lettera d’addio. Sebastiano è responsabile? Di sicuro, se non direttamente ma indirettamente”. “Mattino Cinque” ha parlato anche con Claudio Sterpin: “Per me Liliana non si poteva suicidare, mai, sicuramente non 40 o 60 ore prima, qualcuno mi deve spiegare dove è stata prima. È stata una sincope o è stata uccisa, in ogni caso è stata tenuta da qualche parte. Quindi siamo di fronte per lo meno ad occultamento di cadavere o inscenamento di un suicidio. Lei non poteva suicidarsi con il futuro che avevamo davanti insieme. Mi aveva mandato messaggi la mattina prima, non è pensabile. Ha fatto la stessa identica colazione 22 giorni dopo la mattina del 14 dicembre e poi si va a suicidare?”. Sebastiano non è rimasto in silenzio: “Per me Claudio Sterpin è un mitomane. Si è inventato tutta questa storia nella sua fantasia, non ci sono prove evidenti di quello che dice, voi avete il coraggio di far sentire le sue cose? Le cose che dice lui… non vi sono prove. (…) Lui ha preso fischi per fiaschi”. Leggi anche l’articolo —> Liliana Resinovich, le parole del fratello: “È stata uccisa”

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure