Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

Massimo Giletti choc: la notizia improvvisa gela gli Italiani

Massimo Giletti Rai

Personaggi tv. Massimo Giletti choc, la notizia improvvisa gela gli Italiani – Nella puntata di Non è l’Arena su La7, Massimo Giletti ha anticipato che ci sarà un’importante rivelazione a proposito dei «festini che avvenivano in una villa a Palermo a cui partecipavano politici, imprenditori, il gotha palermitano e ogni tanto anche Matteo Messina Denaro». In una recentissima intervista concessa a L’attimo fuggente su Giornale Radio, ospite da Luca Telese e Giuliano Guida, il conduttore ha svelato quanto sia diventata sempre più complicata la sua vita dopo che ha deciso di portare avanti le sue inchieste contro la mafia. Il giornalista si è aperto a cuore aperto, forse come mai prima d’ora…

leggi anche: Massimo Giletti torna in Rai? Le sue parole fanno sognare i fan

leggi anche: Massimo Giletti, ecco la sua nuova fiamma: è bellissima e famosa

massimo giletti vita sotto scorta

Massimo Giletti choc: la notizia improvvisa gela gli Italiani

Massimo Giletti, padrone di casa de “Non è l’Arena“, il programma d’approfondimento legato all’attualità in onda tutte le domeniche su La7, si è raccontato senza filtri al giornale radio “L’Attimo Fuggente“, trasmissione condotta da Luca Telese e Giuliano Guida. Il conduttore, che nelle ultime settimane si è occupato nei suoi programmi sempre di più di Cosa Nostra e Matteo Messina Denaro, ha confessato di vivere ancora sotto scorta. Ed è dura, difficile. (continua a leggere dopo le foto)

leggi anche: Massimo Giletti, la verità su Antonella Clerici: perché è finita la loro storia d’amore

leggi anche: Messina Denaro, Baiardo a Giletti: “Lei sta rischiando parecchio”

massimo giletti vita sotto scorta

Massimo Giletti e la vita sotto scorta dopo le minacce mafiose

«Sono sempre più duramente sotto scorta… ho ricevuto lettere di minacce, ma non ho mai esistito ad andare oltre, anche quando ero alla Rai», ha dichiarato Massimo Giletti. Dopo avere «toccato l’assurdità di un ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede del governo Conte, che decise di mandare a casa i boss della mafia per il Covid. Ora, se tu vuoi liberare le carceri, mandi a casa chi ha rubato quattro galline in un supermercato, chi ha una condanna per spaccio o qualcos’altro di bagatellare. Ma non certo scarcero i numeri uno, quelli importanti legati alla camorra, alla ‘ndrangheta, alla mafia», ha affermato il conduttore. (continua a leggere dopo le foto)

massimo giletti vita sotto scorta

Il conduttore non ha mai fatto un passo indietro

Giletti non ha fatto un passo indietro nemmeno quando conduceva il suo programma su Rai 1: «Anzi, ricordo che mi sorprese il procuratore di Caltanissetta, Lari. Quando io venni costretto ad andar via dalla Rai, fece una dichiarazione dicendo ‘Io credo che Massimo Giletti sia stato allontanato dalla Rai perché faceva ascoltare a quattro milioni di spettatori, problemi della mafia, alle due di pomeriggio, nel giorno più importante della settimana, la domenica’! Allora non credevo che questo fosse vero, oggi, forse, sì. Mi ero occupato di tante cose e forse qualcuno ha dimenticato che da solo feci uno speciale sulla morte di don Puglisi, un sabato sera, su Rai Uno, portando il pentito che uccise don Puglisi a Brancaccio. Quella sera avevo intorno una marea di uomini con fucili sui tetti. Non posso dimenticare quella notte». Leggi anche: “Non è l’Arena”, Massimo Giletti non può credere alle sue orecchie e sbotta: cosa fanno i suoi ospiti su Onlyfans

powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure