Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Terribile scossa di magnitudo 4.7 avvertita in Italia: panico e gente in strada. Dov’è successo

Terribile scossa di magnitudo 4.7 avvertita in Italia: panico e gente in strada. Dov’è successo

Questa mattina, intorno alle 5:49, una terribile scossa di terremoto di magnitudo 4.7 è stata avvertita in Italia. L’INGV ha rilevato il sisma a una profondità di 17 chilometri in mare. Poco prima era stata registrata un’altra scossa di terremoto di magnitudo 4.5. Paura per i residenti, che ovviamente si sono riversati in strada e sono tornati nelle loro abitazioni soltanto un’ora dopo, quando hanno capito che il pericolo era passato. (Continua dopo la foto…)

Terremoto in Italia poco fa, cittadini svegliati di soprassalto: i primi aggiornamenti

Terribile scossa di terremoto di magnitudo 4.7

Una scossa di terremoto di magnitudo 4.7 è stata registrata questa mattina intorno alle 5:49. L’INGV ha rilevato il sisma a una profondità di 17 chilometri in mare. In realtà ci sono state due scosse: poco prima, infatti, era stato registrato un altro sisma di magnitudo 4.5. Le persone impaurite si sono riversate in strada, rientrando nelle loro abitazioni solo un’ora dopo, quando ormai il pericolo era passato. Fortunatamente non vi sono danni a cose o persone. La zona è per la maggior parte montuosa, ha coste rocciose e frastagliate, tranne che per brevi tratti. Il terremoto è stato avvertito anche in Italia. Di seguito vi sveliamo dov’è successo. (Continua dopo la foto…)

Terremoto in Italia, forte scossa questa mattina: ecco dove

terremoto italia

Dov’è successo

Paura in Grecia, dove questa mattina, nel mare Ionio, a 24 chilometri dall’isola di Leucada, c’è stato un sisma di magnitudo 4.7. Il terremoto è stato registrato intorno alle 5.49 e poco prima c’era stato un altro sisma di magnitudo 4.5. Il terremoto è stato avvertito anche in Italia, in particolare in Puglia e Calabria. La scossa è stata registrata nei pressi di Leucada, situata a 180 chilometri a Sud di Corfù, ad una profondità di 17 chilometri in mare. Il primo sisma, invece, era stato registrato a 90 chilometri da Scarpanto, isola dell’Egeo. Paura per le persone che si sono riversate in strada e sono tornate nelle loro abitazioni solo un’ora dopo, quando hanno capito che il pericolo era ormai passato. Fortunatamente non vi sono danni a cose o persone. Resta però la paura per il doppio evento ravvicinato. I residenti sperano che si sia trattato di un fenomeno isolato e che non si ripeti in futuro.

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure