Home » Tv, quali canali non si vedranno più dal 20 ottobre

Tv, quali canali non si vedranno più dal 20 ottobre

Dal 20 ottobre 2021 alcuni canali tv saranno oscurati. E’ una decisione annunciata da tempo ed è legata alla tecnologia di trasmissione del digitale terrestre, che dopo anni di vita finalmente evolve. I telespettatori italiani dunque non potranno più godere della visione di alcuni canali, a meno che non sostituiscano l’apparato Tv con uno di tecnologia più recente o si dotino di un ricevitore digitale terrestre in grado di ricevere le nuove trasmissioni. (Continua dopo la foto…)

canali tv

Quali canali tv non si vedranno dal 20 ottobre

Brutta notizia per i telespettatori italiani. Dal 20 ottobre 2021 alcuni canali della televisione saranno oscurati. La voce era nell’aria già da un po’, ma adesso è ufficiale. La data da segnare sul calendario dunque è quella di mercoledì 20 ottobre 2021, quando alcuni canali scompariranno definitivamente dalla nostra guida televisiva.
Volete sapere per quale motivo avverrà questo oscuramento? Le nostre tv stanno per iniziare il passaggio dal vecchio al nuovo digitale terrestre, ovvero dalla tecnologia Mpeg-2 alla nuova Mpeg-4. A meno che dunque non si è già in possesso di un nuovo televisore che supporti la nuova tecnologia o se si è acquistato un decoder, dal 20 ottobre 2021 alcuni canali della televisione saranno oscurati. Nel dettagli andiamo a vedere quali saranno cancellati dalla guida televisiva.

Gli italiani possono sicuramente tirare un sospiro di sollievo: i canali nazionali più famosi resisteranno. Ci sarà però l’oscuramento di nove canali della Rai e sei di Mediaset. Questo l’elenco dei canali che saranno cancellati dalla nostra guida televisiva: Rai 4 (canale 21), Rai 5 (canale 23), Rai Movie (canale 24), Rai Premium (canale 25), Rai Gulp (canale 42), Rai Yoyo (canale 43), Rai Storia (canale 54), Rai Sport+ HD (canale 57) e Rai Scuola (canale 146), TgCom24 (canale 51), Italia 2 (canale 66), Boing Plus (canale 45), Radio 105 (canale 157), R101 TV (canale 167), Virgin Radio TV (canale 257).

Per il momento, dunque, saranno risparmiati i canali più visti dagli italiani per dare tempo e modo di organizzarsi. Anticipiamo però che la stessa sorte toccherà anche ad altre reti dai primi mesi del 2022. Italia 1 passerà a Mpeg-4 il 1° ottobre 2020, Canale 5 il 1°gennaio 2022, mentre Rete 4 è già funzionante con la nuova tecnologia. La Rai, invece, non ha fatto sapere quando avverrà il nuovo passaggio sui canali satellitari. I canali dei tg regionali, però, funzionano già con la nuova tecnologia con una diversa qualità di quanto va in onda e sono stati rimodulati i trasponder.
Resta ancora incerta la strategia di altre emittenti televisive come La7 ed i canali in chiaro di Sky sul digitale terrestre. Come ipotizzato da Dday, probabilmente si aspetta di capire quale sarà il primo impatto sul cambio di tecnologia e come procederanno le vendite di decoder e televisori. (Continua dopo la foto…)

tv

Come effettuare il test

Per sapere se la propria televisione supporta o meno il nuovo digitale, bisognerà eseguire un semplice test. Impostando infatti il canale 100 o 200, se sui decoder e le smart tv dovesse apparire una schermata al centro la scritta “Test HEVC Main10”, non sarà necessario nessun nuovo acquisto (tv o decoder). Se, al contrario, la schermata dovesse essere nera o non sintonizzabile, il televisore non è compatibile con il nuovo standard.

Palinsesti Mediaset 2021/22, i programmi in arrivo in autunno: tantissime novità

Tag: