Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Matteo Bassetti torna a parla del Covid, l’infettivologo è ottimista

Matteo Bassetti torna a parla del Covid, l’infettivologo è ottimista

Il Covid-19 continua a far preoccupare i vari Paesi del Mondo. La variante Omicron, meno pericolosa ma molto più contagiosa, continua a correre e per questo i contagi ogni giorno sono sempre più alti. Anche la campagna vaccinale, con l’introduzione dell’obbligo per gli over 50, sembra procedere a gonfie vele. Ma quale sarà il futuro del Covid? Sparirà oppure dovremmo imparare a conviverci? Il direttore della Clinica di Malattie Infettive dell’Ospedale Policlinico San Martino di Genova, Matteo Bassetti, è tornato a parlare del virus durante un’intervista esclusiva a Virgilio Notizie e si dice ottimista. (Continua a leggere dopo la foto)

Matteo Bassetti torna a parla del Covid, l’infettivologo è ottimista

Il direttore della Clinica di Malattie Infettive dell’Ospedale Policlinico San Martino di Genova, Matteo Bassetti, è tornato a parlare del Covid-19 durante un’intervista esclusiva a Virgilio Notizie. Sull’andamento attuale della pandemia, l’infettivologo ha dichiarato: «Secondo gli ultimi dati provenienti dall’istituto che dirigo Omicron è ormai all’ottanta per cento sul totale dei tamponi positivi sequenziati. Sono percentuali sovrapponibili ai dati più recenti anche di molte regioni italiane e di alcune province. Oltre al numero di positivi, darei uno sguardo anche al tasso di occupazione delle terapie intensive, che per due volte ha registrato il segno meno: si tratta di un meno otto e di un meno uno. Non è molto, ma si tratta pur sempre di un segnale eloquente su quale sia, al momento, l’andamento della pandemia. In altre parole, anche nelle terapie intensive ci sono segnali che sembrano suggerire che anche in Italia il Covid inizia a mollare. Vediamo quando mollerà del tutto». (Continua dopo la foto)

bassetti l'aria che tira

Riaperture scuola e no-vax

Matteo Bassetti sulla riaperture delle scuole dopo la pausa natalizia ha ammesso: « Non credo proprio. Considerato il tipo di convivialità dei giovani in età scolare al di fuori degli istituti scolastici, forse il luogo più sicuro è appunto la scuola. La colpevolizzazione delle lezioni in presenza è stato un errore clamoroso e fortunatamente la provocazione di alcuni, e mi riferisco soprattutto a quanto fatto da un presidente di regione, non ha compromesso l’inizio della scuola, sarebbe stato un errore». Sui No-vax ha dichiarato: «Io sinceramente i no vax non li considero neanche più. Dato che il loro obiettivo è quello di minacciare Bassetti perché Bassetti parli di loro in tv e dia loro notorietà, se il loro obiettivo è questo allora io giro i loro nomi direttamente alla procura e al mio avvocato senza parlarne in tv. Quindi se lei mi chiede come va con i no vax la mia risposta è che con i no vax va tutto benissimo».

“Succederà tra due settimane”. Omicron: l’annuncio di Bassetti gela gli italiani

Vuoi rimanere informato su tutte le notizie in tempo reale? Segui il canale Telegram 👉 t.me/ultimaor

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004