Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

Piccola Noemi, poco fa la notizia sulla bimba rapita 3 anni fa: l’annuncio del padre

Noemi Zanella ritrovata

È stata ritrovata la piccola Noemi. La bambina di quasi 10 anni era scomparsa da Cesena il 21 settembre 2021 insieme alla madre polacca. Ieri, mercoledì 5 giugno, Noemi è stata ritrovata in una città sud orientale della Polonia, Rzeszow grazie ad una segnalazione arrivata anonimamente al padre. In questi tre lunghi anni il padre della piccola, Filippo Zanella, non ha avuto notizie della figlia né della ex-compagna e si è mobilitato con tutte le sue forze per riportare Noemi a casa. (Continua a leggere dopo la foto…)

Leggi anche: Trovato il corpo senza vita del giovane scomparso da tre giorni

Leggi anche: Natisone, la disperazione del fratello di Cristian e il gesto che spezza il cuore

Ritrovata Noemi Zanella, la bambina scomparsa nel 2021

Il caso di sparizione di Noemi: la ricerca del padre

Il caso di sparizione di Noemi Zanella risale al 21 settembre 2021 la madre la portò con sé in Polonia, il paese di cui è originaria. La donna aveva preso la decisione dopo la separazione da Filippo Zanella, padre della bambina, senza avvertirlo né lasciargli sapere dove fossero dirette. «Di fatto è stato un rapimento» aveva ripetuto Filippo Zanella nelle varie interviste che hanno riempito le pagine di cronache dopo la diffusione della notizia. Negli ultimi tre anni, il padre della bimba scomparsa ha chiesto aiuto alle autorità per ritrovarla, trovando però alcune difficoltà a ricevere collaborazione dalle istituzioni polacche. (Continua a leggere dopo la foto…)

Leggi anche: La giovane cantante trovata morta nel sonno

Filippo padre di Noemi Zanella

La sentenza ignorata: Filippo Zanella cerca «per tutta la Polonia»

Secondo quanto riportato nell’articolo del Corriere, “il tribunale dei minori dell’Aia si era espresso con due sentenze: la prima ha imposto il rientro immediato della bimba alla madre che aveva assistito alla lettura della stessa sentenza. La seconda ha ribadito il provvedimento, che però la madre ignorò”. A quel punto Filippo Zanella decise di prendere in mano la situazione recandosi in Polonia per cercare personalmente la bambina. «In questi due mesi – aveva raccontato – ho girato il Paese in lungo e in largo macinando 5000 chilometri. Ora sono stato a Varsavia, ma ho girato anche in comuni molto più piccoli». Per diverso tempo le ricerche non hanno dato frutti fino a quando è arrivata una svolta grazie ad una segnalazione anonima.

Scopriamo tutti i dettagli nella pagina successiva

Successiva
Pagine: 1 2
powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure