Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

Problemi interni per Vladimir Putin? Arrestato il capo dei servizi segreti russi

Dopo l’invasione dell’Ucraina, avvenuta la notte del 24 Febbraio 2022, Vladimir Putin ha parlato di una “speciale operazione militare” che avrebbe lo scopo di “proteggere le persone che da otto anni sono vittime di intimidazioni e genocidi da parte del regime di Kiev”, con un processo di “smilitarizzazione e denazificazione dell’Ucraina”. Queste le sue parole per giustificare una guerra giusta solo ai suoi occhi. Ora, il Presidente russo sembra addirittura pronto al dialogo con Volodymyr Zelensky, pur di trovare una soluzione al conflitto che lui stesso ha scatenato. Di cosa ha paura Putin? Di un golpe? In queste ore è stato arrestato il capo dei servizi segreti russi. Vediamo insieme cosa sta succedendo. (Continua a leggere dopo la foto)

Problemi interni per Vladimir Putin? Arrestato il capo dei servizi segreti russi

Quella che per Putin doveva essere una guerra lampo si è trasformata in un incubo a causa della resistenza ucraina, la quale, nonostante la Russia sia pronta a conquistare Kiev, non sembra minimamente intenzionata ad abbandonare il terreno di combattimento. Nel frattempo, il Presidente russo ha aperto ai negoziati, non escludendo neanche un tavolo con Volodymyr Zelensky. Queste piccole concessioni possono essere lette anche come un primo campanello di allarme di alcune difficoltà a gestire il proprio fronte interno. Come riportato da Libero, secondo Andrei Soldatov, giornalista investigativo russo nonché esperto dei servizi di sicurezza, Putin sarebbe “davvero scontento dell’Fsb” per quanto riguarda l’operazione militare “speciale” in corso in Ucraina. Poi in queste ore è circolata anche un’altra notizia decisamente interessante, che farebbe pensare alla possibilità di un golpe che porterebbe alla fine di Putin. (Continua a leggere dopo la foto)

“Lo Zar” ha paura di un colpo di stato?

Come riportato da Libero, Andrei Soldatov ha dichiarato che Sergei Beseda, capo del servizio, e il suo vice Bolukh sono stati messi agli arresti domiciliari”. “Aveva nascosto l’invio di truppe a tutti”, ha scritto un agente dell’Fsb a Vladimir Osechin della Ong anticorruzione Gulagu.net: “È il contrappasso della segretezza dal momento che nessuno di noi era stato informato, come avremmo potuto fare calcoli su quello che non ci era stato detto?”. Un arresto pesantissimo, che porta a pensare all’eventualità sempre più prossima di un vero e proprio colpo di stato nei confronti di Putin. L’era del Presidente russo è davvero giunta alla sua fine? Per poter rispondere a questa domanda non ci resta che attendere.

Guerra in Ucraina, una ragazza si schiera contro le scelte di Putin: ecco chi è

powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure