Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » È morto il cavalier Fioretti, lutto a San Giorgio a Cremano

È morto il cavalier Fioretti, lutto a San Giorgio a Cremano

Lutto a San Giorgio a Cremano: è morto il cavalier Fioretti. La notizia è stata annunciata poco fa ed ha fatto piombare nella tristezza l’intero quartiere. Egli era una persona rinomata, oltre che stimatissima. Il cavaliere si è spento nella giornata di ieri (18 marzo 2022) all’età di 87 anni. La sua scomparsa lascia un vuoto incolmabile nel mondo della cultura vesuviana. (Continua dopo la foto…)

Morto il cavalier Fioretti

Una tragica notizia sconvolge la cittadina di San Giorgio a Cremano, alle porte di Napoli. È morto il cavaliere Giacinto Fioretti, amato e stimato bibliotecario. Nel quartiere era conosciutissimo perchè da anni ormai era una figura di spicco per la cultura vesuviana. Il cavaliere si è spento ieri all’età di 87 anni. Oggi si sono tenuti i funerali presso la chiesa di Santa Maria dell’Aiuto. La notizia ha sconvolto l’intero comune. Tutti i residenti di San Giorgio a Cremano oggi piangono la sua morte. La sua scomparsa lascia un vuoto indelebile, sia nel cuore dei suoi cari che nella cultura vesuviana, di cui egli era uno stimatissimo esponente. (Continua dopo la foto…)

Grave lutto in Rai: è morto Sergio Canciani, lo storico corrispondente da Mosca

Cinema in lutto, addio al grande attore americano

si è spento

Chi era

Il cavaliere Giacinto Fioretti era nato nel 1934 ed era un amato e stimato bibliotecario. Nel corso della sua vita ha messo a diposizione di tutta la comunità sangiorgese la sua grande passione per la letteratura. Proprio per questo motivo era amato e stimato da tutti, oltre ad essere diventato una figura quasi mitologica per la città natia di Massimo Troisi. Per quasi trenta anni è stato direttore Onorario della Biblioteca Comunale ed ha contribuito in maniera significativa alla nascita della biblioteca Comunale di San Giorgio a Cremano, donando la bellezza di ottomila volumi della sua collezione personale. Grazie al lavoro del cavaliere, la biblioteca oggi ospita una preziosa emeroteca, dove sono raccolti e conservati migliaia di quotidiani de “Il Mattino”, catalogati in annate dagli anni Ottanta fino ai primi anni del Duemila.

Vuoi rimanere informato su tutte le notizie in tempo reale? Segui il canale Telegram 👉 t.me/ultimaor