Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Se hai queste lire a casa sei fortunato: potresti smettere di lavorare a vita

Se hai queste lire a casa sei fortunato: potresti smettere di lavorare a vita

Lira è il nome usato dal Medioevo fino al XXI secolo per le monete di diverse nazioni; in particolare la lira italiana è stata la valuta ufficiale dell’Italia fino al 28 febbraio 2002, quando è stata sostituita dall’euro. Il nome “lira” deriva dal latino libra (“bilancia”), che indicherà sia un’unità di peso (in italiano libbra) che un bene, come un’unità monetaria (la libbra d’argento). Ora che la lira non c’è più in Italia, alcune monete hanno raggiunto un valore assurdo. Si tratta di monete preziose e rare che possono renderci ricchi e farci smettere di lavorare. Vediamo nel dettaglio quali sono. (Continua a leggere dopo la foto)

Se hai queste lire a casa sei fortunato: potresti smettere di lavorare a vita

Le monete preziose e di elevato valore sono quelle monete che hanno una tiratura limitata, in circolazione ce ne sono pochi pezzi ed il loro valore dipende anche dallo stato di conservazione del conio. Il valore numismatico di una moneta preziosa dipende anche dalla presenza di graffi ed urti: la loro totale assenza fa aumentare il valore della moneta. Tra queste monete preziose ci sono le famosissime 50 lire. In modo particolare le 50 lire Vulcano di prova dell’anno 1950 e di quelle emesse tre anni dopo. Si tratta di monete realizzare in acmonital che hanno un peso di 7,3 grammi (esemplare del 1950) e un peso di 6,18 grammi quelle del 1953. Ma quanto valgono oggi? Le monete del 1950 sono state vendute per un valore di quasi 3.500 euro. Quelle del 1953 sono state vendute per una cifra da capogiro pari a 11.800 euro. Vediamo ora insieme un’altra rara moneta che fa diventare ricchi. (Continua a leggere dopo la foto)

Un’altra moneta super rara e preziosa

Altra moneta rara e preziosa è la moneta da 50 lire del 1954 Incudine Progetto che è considerato un conio raro, il cui valore può raggiungere anche i 25.000 euro. Sul fronte la moneta raffigura il volto di una donna con una corona di foglie di quercia, mentre sul retro è raffigurata un’incudine con sopra appoggiato un martello. In basso è presente una “R” che indica il luogo di produzione, la Zecca di Roma. Anche la serie “Monete 50 Lire piccole degli anni 1991, 1992, 1993 e 1995” valgono una fortuna. Il loro valore è pari a 300.000 euro. Che dire? A questo punto bisogna controllare ogni vecchio salvadanaio per scoprire se abbiamo conservato o meno delle monete così importanti.

Vuoi rimanere informato su tutte le notizie in tempo reale? Segui il canale Telegram 👉 t.me/ultimaor

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004