Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

Costantino Vitagliano torna a “Verissimo” per parlare della sua malattia: come sta

Personaggi tv. Costantino Vitagliano torna a “Verissimo”: come sta oggi – Costantino Vitagliano torna ospite da Silvia Toffanin, a “Verissimo”, per parlare del periodo difficile che sta vivendo. Con la voce tramante e le lacrime agli occhi, il 49enne aveva svelato un mese fa in tv dei problemi di salute che ha. (continua a leggere dopo le foto)

Leggi anche: Costantino Vitagliano, il drammatico annuncio sulla malattia a “Verissimo”

Leggi anche: Costantino Vitagliano, lo struggente messaggio dal letto dell’ospedale

Costantino Vitagliano a “Verissimo” per parlare della malattia che ha

«È stato un periodaccio mi è cambiata la vita dalla sera alla mattina. Mi sono rotto un dito giocando con mia figlia e una sera sono andato al pronto soccorso a fare un controllo e ho detto al medico che avevo dolori allo sterno. È uscita una macchia sulla aorta ombelicale. Così mi hanno ricoverato e fatto una tac e mi hanno fatto capire che era pericoloso girare in quelle condizioni. Ero ricoverato in chirurgia tumorale. Sono andato in ansia mentalmente perché i medici non sapevano che fare», aveva spiegato Costantino Vitagliano. (continua a leggere dopo le foto)

Leggi anche: Costantino Vitagliano, malattia rara: il sintomo che ha fatto scattare il campanello d’allarme

Leggi anche: Costantino Vitagliano, l’ex tronista di “U&D” ha fatto una rivelazione inaspettata su Costanzo

Costantino Vitagliano torna a “Verissimo” per parlare della sua malattia: come sta

«Ho fatto 29 giorni senza risposta andavo avanti con la morfina. Ho perso 12 chili nel giro di 12 giorni io pensavo a mia mamma che è morta per tumore e io pensavo che sarei morto», aveva evidenziato sempre Vitagliano. Dopo aver fatto una serie di esami specifici, il primo tronista della storia di “Uomini e Donne” ha fatto sapere di avere una malattia rara. Non si tratta di un tumore: «Sono un autoimmune, io ho questa massa che mi fa diventare un aorta non so di quanti millimetri ma a rischio sempre». 

Scopriamo tutti i dettagli nella pagina successiva

Successiva
Pagine: 1 2
powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure