Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Kata scomparsa, la testimonianza dell’ex dipendente comunale sconvolge l’Italia intera

Kata scomparsa, la testimonianza dell’ex dipendente comunale sconvolge l’Italia intera

Kata scomparsa ex dipendente comunale

Social. Kata scomparsa, sentito ex dipendente comunale: tutte le novità. Ogni anno sono diversi i bambini scomparsi in Italia di cui si sono completamente perse le tracce. Tra i casi di cronaca più famosi si ricordano quello di Denise Pipitone e Angela Celentano. Dal 10 Giugno 2023 a questa lunga lista si è aggiunto un nuovo caso di scomparsa, ovvero quello della piccola Kata sparita nel nulla mentre si trovava nel cortile di casa sua, ovvero l’ex hotel Astor a Firenze. In queste ore è arrivata una testimonianza sconvolgente da parte di un ex dipendente comunale. (Continua a leggere dopo a foto)

Leggi anche: Kata, la notizia mette i brividi: l’ipotesi choc prende sempre più quota

Leggi anche: Kata scomparsa, cosa è emerso dai video delle telecamere di sorveglianza

Leggi anche: La scomparsa di Kata, scoperta da brividi nei garage vicino all’hotel

Leggi anche: Kata scomparsa, la scoperta da brividi a Chi l’ha visto

Kata scomparsa, sentito ex dipendente comunale: tutte le novità

Nell’ambito delle indagini su Kata, la bimba di cinque anni scomparsa a Firenze dal 10 giugno, la pm della Dda Christine von Borries ha ascoltato, su sua stessa richiesta, Alessandro Maiorano, ex impiegato del Comune di Firenze, ex usciere di Palazzo Vecchio che in passato fu rinviato a giudizio con l’accusa di stalking a Matteo Renzi. Perchè questa richiesta del Pm? L’uomo aveva pubblicamente affermato di conoscere alcuni dettagli relativi all’ex Hotel Astor, la struttura occupata abusivamente in cui la bimba viveva con la sua famiglia. Maiorano, in un video, ha parlato di “una importante traccia” in suo possesso che potrebbe rivelare dove si trova Kata scomparsa.

In una nota diffusa dal suo legale, l’avvocato Carlo Taormina, si legge che “Maiorano avrebbe avuto un importante contatto che gli avrebbe fatto conoscere le ragioni per le quali la bambina è stata sequestrata e il luogo in cui si trova. In questo contesto, con un marchingegno, è stato possibile ottenere la localizzazione della quale Maiorano è in possesso”. Ovviamente va precisato che al momento non ci sono indagati. (Continua a leggere dopo le foto)

Le parole di Tescaroli

Luca Tescaroli, il pm che indaga sul caso, ha lanciato un messaggio: “Faccio un appello di responsabilità a tutti, chiedendo ai familiari il più stretto riserbo e un impegno da parte della collettività, invitando coloro che sanno a riferire esclusivamente a questo ufficio nell’interesse prioritario della piccola bimba scomparsa”. Pooi ha aggiunto che “l’ipotizzato sequestro di persona potrebbe trovare spiegazione nei rapporti conflittuali che sono sfociati in delitti con denunce reciproche maturate nell’ambito dell’occupazione abusiva dell’hotel Astor. Si è visto nelle fosse biologiche, nelle intercapedini, nelle controsoffittature, e non è emersa alcuna traccia della piccola bimba scomparsa”.

powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2023 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure