Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Cacciari si lascia andare ad una terribile profezia: “Catastrofe politica”

Cacciari si lascia andare ad una terribile profezia: “Catastrofe politica”

“Un disastro”. Anzi, peggio: “Una catastrofe politica”. Son queste le parole durissime che Massimo Cacciari ha impiegato nei confronti di Enrico Letta e della sua strategia elettorale. Alla luce di quanto sta accadendo in seno al Pd, l’ex sindaco di Venezia non si è trattenuto e al «Fatto Quotidiano» ha consegnato una sua profonda analisi. (continua a leggere dopo le foto)

clicca qui per leggere tutte le News su TvZap 

Cacciari e il giudizio terribile su Letta: “Catastrofe politica”

“La sua è una catastrofe politica, la sua leadership ne esce sconquassata”, le parole sentenziose di Massimo Cacciari, dispiaciuto per le recenti mosse dell’ex premier. “Letta diventa segretario e porta avanti una linea – a mio avviso sensata – di fare un’alleanza con il M5S. Dopo la caduta del governo Draghi questa finisce. Poi si trova di fronte alla scissione dei 5S e cosa fa? Imbarca solo Di Maio: ma dove vuoi andare con Di Maio? Una cosa ridicola”, ha commentato il filosofo veneziano. Negativo anche il suo giudizio sulla successiva alleanza di Letta con Azione, durata pochissimo. (continua a leggere dopo le foto)

Le parole sull’accordo poi saltato con Calenda

“Letta va con Calenda per dare una parvenza di credibilità al centrosinistra ma dopo pochi giorni collassa anche l’intesa con lui, dopo la famosa foto col bacio”, ha ricostruito Massimo Cacciari, che ha attribuito ad entrambi i leader la responsabilità della rottura. “Che l’accordo fosse abborracciato lo avevano capito tutti. Così stravincerà la destra”. Nel corso dell’intervista Cacciari è tornato poi a parlare di Letta: “La sua linea politica è stata sconfessata per tre volte in pochi mesi: non so quale segretario avrebbe resistito a questo fallimento”. A proposito di possibili dimissioni, l’ex sindaco di Venezia ha detto: “Magari sotto le elezioni no, ma ricordo che i suoi predecessori si dimisero per molto meno. D’Alema lasciò dopo una sconfitta alle regionali, Veltroni dopo una vittoria elettorale. Sono casi infinitamente meno gravi di questo”. (continua a leggere dopo le foto)

Cacciari parla di strategia fallimentare del leader dei Dem

Sul finale la profezia di Cacciari su Letta che, anche dopo le elezioni, secondo lui, riuscirà a mantenere il proprio posto. “Non lascerà perché nessuno gli rinfaccerà la sconfitta e perché gli altri nel Pd sono tutti peggio di lui. E poi la sua strategia fallimentare non avrà grosse ricadute nelle urne, perché il blocco di elettori che votavano Pd continuerà a farlo”. Ancora più duro il giudizio sui dirigenti dem: “Sono un insieme di politici che pensano solo a sopravvivere, che razzolano nel fondo del generoso barile della storia della Dc e della sinistra italiana. Tutto questo senza avere un’idea di futuro”. Leggi anche l’articolo —> Bonus da 1000 euro, novità prevista dalla Legge di bilancio 2022: ecco a chi spetta

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure