Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Adriano Celentano in lutto, l’addio ad uno dei grandi parolieri della musica italiana

Adriano Celentano in lutto, l’addio ad uno dei grandi parolieri della musica italiana

Lutto per il mondo della musica, è venuto a mancare in queste ore Mauro Coppo, musicista e autore dei testi di canzoni di successo negli anni Cinquanta e Sessanta. Coppo dai primi anni Settanta viveva a Borgo San Martino, il paese in provincia di Alessandria della moglie Irma, scomparsa tempo fa. L’uomo si è spento all’età di 85 anni. Tra i grandi artisti con cui ha collaborato c’è anche Adriano Celentano, per il quale firmò Che dritta!.  Poi ha scritto anche per Fred Buscaglione Il duro e la sua Labbra di fuoco, del 1959, fu anche incisa in francese da Johhny Halliday. Una notizia che ha lasciato tutti quanti senza parole. (Continua a leggere dopo la foto)

Adriano Celentano in lutto, l’addio ad uno dei grandi parolieri della musica italiana

È morto in provincia di Alessandria a 85 anni Mauro Coppo, musicista e autore dei testi di canzoni di successo negli anni Cinquanta e Sessanta. La notizia della sua scomparsa ha lasciato senza parole diversi personaggi della musica italiana, in primis Adriano Celentano, il quale ha collaborato con Coppo nel brano Che dritta!. Come riportato dall‘ANSA, il sindaco di Borgo San Martino, Fabio Zavattaro, una volta appresa la morte del noto paroliere italiano, ha comunicato: «Anche da noi ha lasciato un segno indelebile. Partecipava a iniziative di contenuto sociale e con l’associazione “Aurora Boreale” aveva contribuito alla consegna delle borse per studenti di Superiori e Università». Che dire? Con la sua scomparsa Mauro Coppo lascia un vuoto incolmabile nel cuore dei suoi familiari, concittadini e colleghi. (Continua dopo la foto)

Una vita in musica e non solo

Mauro Coppo, 85 anni, è morto il 12 febbraio 2022 presso l’hospice Zaccheo dell’ospedale Santo Spirito, dove era stato ricoverato da qualche giorno. Tra le canzoni che ha scritto nel corso della sua lunga carriera si ricordano: Che dritta, Il duro, La gente ci guarda, Quattro lacrime, Labbra di fuoco e Una casa di torrone. Oltre alla musica, Coppo aveva collaborato anche con diversi giornali del casalese come Il bisettimanale, Il Monferrato e Vita casalese. Infine, Mauro Coppo aveva lavorato anche all’ospedale Santo Spirito nell’ufficio della Ragioneria con il casalese Carlo Baviera, il quale, come riportato da La Stampa, ha dichiarato: «Era poi stato trasferito in Archivio e ci eravamo un po’ persi di vista, ma ricordo che era orgogliosissimo della sua attività giovanile in campo musicale. L’ultima volta che lo vidi qualche anno fa era già allettato perché, anche da più giovane aveva avuto problemi a una gamba. Mi aveva accompagnato a casa sua a Borgo San Martino, Andino Bizzarro, morto l’altra settimana».

Adriano Celentano su Instagram si scaglia contro i conduttori Tv

Vuoi rimanere informato su tutte le notizie in tempo reale? Segui il canale Telegram 👉 t.me/ultimaor

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004