Home » Viene abbandonato in un ospizio, ma quando muore lascia qualcosa che sconvolge tutti

Viene abbandonato in un ospizio, ma quando muore lascia qualcosa che sconvolge tutti

Questa è la storia di un uomo che è stato abbandonato in un ospizio. Quando è morto ha lasciato qualcosa che ha sconvolto veramente tutti. La sua storia è da brividi e vale sicuramente la pena leggerla. Oltre a sconvolgere i lettori, ha anche commosso molti. Nessuno, infatti, si sarebbe aspettato un finale del genere. (Continua dopo la foto…)

ospizio

Abbandonato in un ospizio, quello che lascia sconvolge tutti

Una storia comune, triste, come solo la vecchiaia sa essere, spesso solitaria e senza il conforto dei propri cari. Così è successo a quest’uomo, abbandonato in un ospizio dai propri figli. Ha vissuto lì gli ultimi giorni della propria vita.

Quando è morto, però, l’anziano uomo ha lasciato qualcosa che ha sconvolto tutti, dagli infermieri ai figli stessi. La sua storia ha colpito veramente tutti. Una storia drammatica, ma anche emozionante al tempo stesso. (Continua dopo la foto…)

Le sinistre profezie di Nostradamus sul 2022

La storia di Mak Filiser

Questa è la storia di Mak Filiser che, portato in un ospizio dai suoi familiari per terminare lì i propri giorni. All’inizio i figli andavano a trovarlo, poi hanno lentamente diradato le visite. Alla fine, Mark si è trovato solo e abbandonato, fino al giorno della sua morte. L’anziano uomo, però, non si è mai arreso e non ha mai accettato quella condizione. Si è sentito trattato come un peso dai suoi familiari. Era accudito nel corpo, ma non nell’anima, dove invece era abbandonato. Quando è morto, ha lasciato qualcosa affinché possano ricordarlo anche dopo la sua morte.

Dopo il suo decesso, infatti, le infermiere della casa di cura, durante le pulizie di rito, hanno trovato tra le sue carte una poesia scritta dall’uomo. Lo scritto conteneva  un messaggio potente e commuovente al tempo stesso. L’infermiera che l’ha trovata n’è rimasta così colpita  che ha deciso di renderla pubblica. La poesia così è divenuta subito virale sul web e soprattutto sui social. In questo modo, l’uomo sarà ricordato per sempre, e non solo dai suoi figli.