Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Scatta l’allarme sulla carne: quale non va mangiata assolutamente

Scatta l’allarme sulla carne: quale non va mangiata assolutamente

Scatta l’allarme sulla carne, a confermarlo è il lavoro da parte di alcuni esperti. Questi hanno effettuato oltre 60 mila controlli in Italia, trovando circa 5 milioni e mezzo di merce contraffatta o irregolare. Tra i prodotti maggiormente contraffatti o irregolari, oltre all’olio d’oliva, c’è appunto la carne. Un vero e proprio allarme per milioni di italiani perchè questa carne senza controlli rischia di arrivare sulle loro tavole. (Continua dopo la foto…)

Allarme sulla carne

L’Ispettorato Centrale Repressione Frodi riporta un lavoro condotto da alcuni esperti che hanno effettuato oltre 60 mila controlli in Italia, trovando oltre cinque milioni di merce contraffatta o irregolare. Ciò che allarme maggiormente i consumatori italiani è il fatto che i prodotti maggiormente contraffatti o irregolari sono quelli più consumati sulle tavole, ovvero l’olio d’oliva e la carne. Un vero e proprio allarme se pensiamo che, in assenza di controlli, l’olio e la carne contraffatta o irregolare rischia di arrivare sulle tavole di tutti gli italiani. Servono dunque maggiori controlli perchè, com’è stato dimostrato, le irregolarità registrare riguardano l’11,6 per cento dei prodotti e il 9 per cento dei campioni analizzati. (Continua dopo la foto…)

Conservare il cibo nell’alluminio è pericoloso? L’allarme

Dove si trovano le irregolarità

Numerosi cibi sono contraffatti, come dimostra l’ultimo report diffuso dal ministero delle Politiche Agricole. Un documento tutt’altro che rassicurante. La conferma arriva anche dall’ICQRF (Ispettorato Centrale Repressione Frodi), che riporta il lavoro condotto da alcuni esperti. Essi hanno effettuato oltre 60.000 controlli in Italia, con quasi 1.000 interventi anche al di fuori dei confini nazionali. Il risultato è da brividi: oltre 5 milioni e mezzo di merce sequestrata perché contraffatta o irregolare. Le irregolarità registrare riguardano così l’11,6 per cento dei prodotti e il 9 per cento dei campioni analizzati.

I prodotti più contraffatti sono l’olio di oliva e la carne. Il primo viene fatto risultare come extravergine ma in realtà sarebbe di categoria inferiore. Per la carne, invece, ci sarebbero indicazioni inesatte sull’etichetta sulla provenienza degli animali e altre informazioni. Tra gli altri prodotti che risultano contraffatti c’è la mozzarella di bufala classificata come DOP, Denominazione di Origine Protetta. Su quest’ultima mancano le indicazioni relative alla tracciabilità del prodotto finale e alla provenienza territoriale delle materie prime.

Vuoi rimanere informato su tutte le notizie in tempo reale? Segui il canale Telegram 👉 t.me/ultimaor

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004