Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Guerra in Ucraina, Draghi incontrerà Putin

Guerra in Ucraina, Draghi incontrerà Putin

Il presidente del Consiglio Mario Draghi ha annunciato che nei prossimi giorni parlerà direttamente con il presidente russo Vladimir Putin. “Avrò anche io colloqui con Putin“, ha dichiarato il premier. Tutti i principali leader politici dell’Europa stanno cercando di mediare nel conflitto russo-ucraino, anche lo stesso Draghi l’ha confermato: “Noi stiamo cercando la pace, io la sto cercando veramente. Gli altri leader europei, francesi e tedeschi in particolare la stanno cercando”. (Continua dopo la foto…)

mario draghi suicidio

La guerra tra Russia e Ucraina

Il conflitto russo-ucraino è divampato negli ultimi mesi, ma in realtà gli scontri sono iniziati nel febbraio 2014, quando alcuni gruppi di soldati russi hanno occupato posizioni strategiche e infrastrutture in Crimea. Lo status della Crimea è proprio uno dei motivi principali dello scontro tra RussiaUcraina. Le due nazioni si contendono anche la regione del Donbass e soprattutto la Russia è contraria alla possibile adesione dell’Ucraina alla Nato. Se la nazione guidata dal presidente Zelensky dovesse entrare a far parte della Nato, la Russia avrebbe gli Stati Uniti, nemico storico, alle porte.

Lo scontro ha vissuto così una fase significativa nel mese di febbraio scorso, quando Putin ha deciso di invadere ufficialmente l’Ucraina. L’armata russa ha colpito prima la capitale Kiev, poi la città di Kharkiv, i due porti strategici di Odessa e Mariupol ed infine le altre città ucraine Dnipro e Leopoli. I russi hanno circondato gli ucraini, occupando da nord a sud tutti i confini. L’armata russa potrebbe presto entrare nella capitale Kiev, dove si pensa sia rintanato il presidente Zelensky. Se i russi dovessero entrare nella capitale, la guerra potrebbe concludersi da un momento all’altro con la vittoria dell’armata russa.

L’azione di Putin è stato ovviamente condannata dalla Nato e dagli stati presenti al suo interno. Alcune nazioni, tra cui anche l’Italia, hanno inasprito le sanzioni nei confronti della Russia. Putin ha chiesto ai suoi “nemici” di non intromettersi nel conflitto con l’Ucraina, pena “conseguenze mai visto fino ad ora”. Il presidente russo ha inoltre messo in stato di allerta le forze di dissuasione. Il pericolo di una guerra nucleare è sempre dietro l’angolo. (Continua dopo la foto…)

 

Draghi incontrerà Putin

Il premier Mario Draghi ha annunciato che nei prossimi giorni parlerà direttamente con il presidente russo Vladimir Putin. Il presidente del Consiglio ha poi aggiunto: “Non siamo in guerra perché si segue un destino bellico, si vuole la pace prima di tutto. E il modo migliore per dimostrare di volere la pace è cessare le ostilità e sedersi al tavolo. Se non si fa questo, vuol dire che si spera di guadagnare terreno”. Draghi si dice certo che “ad un certo punto Putin verrà ad un tavolo di pace, speriamo che arrivi prima della distruzione totale dell’Ucraina, prima che avvenga quello che è avvenuto quando l’Unione Sovietica invase la Polonia, l’Ungheria, la Cecoslovacchia”.

Vuoi rimanere informato su tutte le notizie in tempo reale? Segui il canale Telegram 👉 t.me/ultimaor