Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Blitz nelle case degli italiani: arriva la polizia, cosa fanno se non abbassi la temperatura

Blitz nelle case degli italiani: arriva la polizia, cosa fanno se non abbassi la temperatura

Le conseguenze della lunga guerra in Ucraina iniziano a farsi sentire. Lo stop parziale del gas da parte della Russia ha innescato una forte crisi energetica. Con meno gas a disposizioni si dovranno cercare nuovi modi per risparmiare, in attesa di trovare fonti energetiche sostitutive. Per affrontare le stagioni più fredde, senza andare in emergenza, il Governo italiano, ha preparato un piano, che la prossima settimana dovrebbe arrivare in Consiglio dei ministri sotto forma di decreto e dovrebbe essere approvato dal governo Draghi. Vediamo di che cosa si tratta. (Continua a leggere dopo la foto)

Blitz nelle case degli italiani: arriva la polizia, cosa fanno se non abbassi la temperatura

L’obiettivo del Governo italiano è quello di risparmiare il gas per affrontare le stagioni più fredde dell’anno senza andare in emergenza. Per far ciò il ministro Cingolani ha preparato un piano, che la prossima settimana dovrebbe essere approvato dal governo Draghi. Da ottobre i termosifoni dovranno essere abbassati di un grado in tutti gli edifici pubblici, ma anche nelle abitazioni private. Si passa da 20 gradi a 19, obbligatoriamente. Il tutto mentre si continuano a riempire gli stoccaggi poco alla volta, con l’obiettivo di arrivare al 90% entro l’autunno e affrontare così più serenamente il resto dell’anno. A questo punto sorgono due domande: “Cosa rischia chi non abbassa il termosifone? E soprattutto chi fa i controlli?” Vediamo insieme la risposta a questi spinosi quesiti. (Continua a leggere dopo la foto)

Multe e controlli

Chi effettuerà i controlli per far si che il piano del Governo per il risparmio energetico funzioni? Negli edifici pubblici il termostato sarà obbligatoriamente regolato a 19°. Ma attenzione, dato che la regola varrà anche per le abitazioni private, i controlli arriveranno anche nelle case ad opera della Polizia locale che, molto probabilmente, si concentrerà sulle abitazioni con il riscaldamento centralizzato. Spetterà agli amministratori di condominio monitorare la temperatura. In ogni caso i controlli saranno a campione. Per quanto riguarda le multe e sanzioni, invece, al momento tutto tace,  ma è evidente che sarà prevista una sanzione per chi non rispetta la regola.

Carta stagnola, perchè avvolgerla intorno alle braccia: il motivo è sorprendente

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure