Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

Covid-19 e perdita dei capelli: la terrificante notizia

Il Covid-19 ha stravolto le nostre vite sia dal punto di vista psicologico che fisico. Tra gli effetti dell’infezione da SARS-CoV-2, molti hanno riscontrato la perdita di gusto e olfatto, la perdita di energia fisica, dolori muscolari, mal di testa, sintomi influenzali e difficoltà respiratorie. Naturalmente questi sono i sintomi più comuni, ma in diversi casi sono state rintracciate anche altre problematiche. Gli esperti, infatti, hanno rilevato che più del 30% delle persone contagiate manifestano un’importante caduta dei capelli immediata o tardiva come effetto dell’infezione. (Continua dopo la foto)

Covid-19 e perdita dei capelli: la terrificante notizia

Tra gli effetti indesiderati del Covid-19 c’è la perdita di ciocche di capelli. Secondo una ricerca condotta in un ospedale di Wuhan, più o meno una persona su cinque riferisce perdite significative di capelli nei sei mesi susseguenti a Covid-19. Lo studio, pubblicato su Lancet, ha preso in esame esclusivamente soggetti ricoverati in ospedale ed offre uno spaccato interessante sulla situazione. Bianca Maria Piraccini, Direttrice della Scuola di Specializzazione di Dermatologia e Venereologia dell’Università di Bologna, ha dichiarato: «Le prime segnalazioni risalgono a giugno 2020 e sono arrivate da tutto il mondo». Poi l’esperta ha ricordato che in genere la caduta dei capelli post-Covid rientra nel “telogen effluvium acuto” e porta alla perdita dai 100 ai 200 capelli al giorno. Si tratta della tipica caduta di capelli reattiva che si verifica dopo eventi traumatici. (Continua dopo la foto)

Le parole della dottoressa Marta Brumana

Sulla perdita dei capelli a causa del Covid-19, la dottoressa Marta Brumana, responsabile della dermatologia di Humanitas San Pio X, ha dichiarato: «La buona notizia è che, se non ci sono altre problematiche associate, ricrescono nell’arco di qualche mese. In alcuni pazienti con COVID-19 è stata osservata un’importante caduta di capelli nella fase acuta dell’infezione virale mentre in altri dopo 2-3 mesi».

Poi ha aggiunto: «Se dopo l’infezione da COVID-19 si nota un diradamento dei capelli è consigliabile rivolgersi al dermatologo per una valutazione. Infatti, sulla base del problema, possono essere prescritte lozioni locali applicate al cuoio capelluto per inibire il rilascio di sostanze infiammatorie responsabili della caduta, integratori e, in chi soffriva già di alopecia androgenetica, rivedere e modificare la terapia in atto».

powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure