Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Covid, è giusto fare il tampone per il pranzo di Natale? La risposta di Matteo Bassetti

Covid, è giusto fare il tampone per il pranzo di Natale? La risposta di Matteo Bassetti

Covid Matteo Bassetti tampone prima pranzo Natale

Social. Covid, è giusto fare il tampone per il pranzo di Natale? La risposta di Matteo Bassetti. Nuovi dati sul Covid in Italia, oggi 23 Dicembre 2022, dal monitoraggio settimanale di Istituto Superiore di Sanità e ministero della Salute. Tra le note principali, l’indice Rt che scende a 0,91, l’incidenza che cala a 233 contagi ogni 100mila abitanti, la discesa dell’occupazione di posti letto in area medica (13,7%) e nelle terapie intensive (3,1%). Una, inoltre, è la regione a rischio alto, quattro quelle a rischio moderato, 16 basso. In vista di ciò, Matteo Bassetti ha risposto alla fatidica domanda che molti italiani si stanno ponendo in questi giorni, ovvero se sia utile o meno farsi il tampone poche ore prima del classico ritrovo in famiglia per le Feste. (Continua a leggere dopo la foto)

zona bianca bassetti

Leggi anche –> Influenza australiana, Matteo Bassetti rompe il silenzio: le sue parole

Covid, è giusto fare il tampone per il pranzo di Natale? La risposta di Matteo Bassetti

All’Adnkronos Salute Matteo Bassetti, direttore della Clinica di malattie infettive del policlinico San Martino di Genova, alla vigilia delle Feste ha espresso il suo punto di vista su come dovremmo comportarci quando andremo a trovare i parenti: “Quest’anno vorrei non vedere la coda davanti alle farmacie per i tamponi prima dei ritrovi in famiglia: non serve a niente. Infatti, ben che vada, il test è positivo nel 30-40% dei casi, quindi con questa variante abbiamo più del 60% dei tamponi che risulta negativo mentre alberghiamo il virus. Che senso ha? Andare a fare il tampone prima di pranzi e cenoni è come tirare la monetina. Ha molto più senso dire alle persone di stare con la mascherina se hanno sintomi di influenza, Covid o altro”.

Poi ha aggiunto:Mi auguro che i tamponi vengano messi sempre più nel dimenticatoio e fatti unicamente per i sintomatici. Gli americani hanno deciso che fare il tampone Covid-19 agli asintomatici negli ospedali e nelle strutture sanitarie non serve. Cerchiamo di sbrigarci a fare la stessa cosa anche in Italia, prima che sia tardi. Cerchiamo di evitare di continuare a giocare all’allegro infettivologo ci abbiamo già giocato l’anno scorso, torniamo a fare i medici e i pazienti tornino a fare i pazienti”. Tutti al Veglione con la mascherina? “Neanche per sogno”. (Continua a leggere dopo la foto)

“Siamo vicini al picco influenzale”

Sempre alle pagine dell’Adnkronos Salute Matteo Bassetti ha aggiunto: “Natale farà da volano per i contagi, più dell’influenza che del Covid. Siamo vicini al picco influenzale, probabilmente l’abbiamo già raggiunto, ma ovviamente ‘assembrarci’ nelle tante occasioni di socialità di questi giorni, con scambio di baci e abbracci, aumenta la circolazione virale. Ci deve preoccupare tutto questo? Speriamo che l’influenza non vada a mettere in difficoltà il sistema ospedaliero: l’invito è a non andare in pronto soccorso, per evitare in queste settimane il sovraccarico del sistema sanitario”.

Leggi anche –> Matteo Bassetti sbotta sui social: “Dopo tre anni di Covid è pazzesco”

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure