Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Covid in Cina, casi in aumento e ospedali pieni: è allarme

Covid in Cina, casi in aumento e ospedali pieni: è allarme

Casi di Covid in aumento in Cina. Gli ospedali cinesi sarebbero in emergenza vista l’impennata di casi di Coronavirus. Lo ha riferito l’emittente televisiva cinese CCTV. L’improvviso picco di nuove infezioni nelle ultime due settimane ha messo a dura prova le risorse mediche e gli ospedali, tra cui il Chaoyang Hospital di Pechino. In Italia sembra che il Covid sia acqua passata, ma in Cina la situazione sarebbe allarmante. Cosa rischiamo noi in questa situazione?

Casi di Covid in aumento in Cina
Covid, scatta l'allarme in Cina: casi in aumento e ospedali pieni

Covid, scatta l’allarme in Cina: casi in aumento e ospedali pieni

“Di solito abbiamo circa 100 pazienti al giorno nel reparto di medicina interna ma ora ne abbiamo quasi 400 al giorno”, ha dichiarato Mei Xue, vice direttore del reparto d’emergenza dell’ospedale di Pechino, come ha riportato Il Corriere della Sera. “Questi pazienti sono anziani con malattie di base, combinate con febbre e infezione del tratto respiratorio, sono tutti in condizioni gravi”, ha aggiunto Mei. L’ospedale si sta attrezzando per accogliere il maggior numero di pazienti.

La Cina per molto tempo ha imposto ai cittadini delle restrizioni molto serie, tanto che ad un certo punto gli abitanti hanno anche protestato per le misure troppo restrittive. Quando i casi sono diminuiti, il governo ha deciso di allentarle e il paese sarebbe ripiombato di nuovo in una mega ondata. Secondo i giornali americani, in particolare, la situazione cinese sarebbe talmente grave che gli ospedali sono in affanno e i crematori pieni. In più inizierebbero anche a scarseggiare i medicinali.

LEGGI ANCHE: Covid, la Cina si trova ad affrontare un’emergenza senza precedenti

Covid, il nuovo allarme arriva dagli Usa

In USA si parla di un nuovo allarme per il resto del mondo. Se il virus continua a circolare è possibile che muti. È scattato quindi un vero e proprio allarme dovuto al timore di nuove varianti che dalla Cina potrebbero diffondersi in tutto il mondo con tutte le incognite che ne seguono. Le mutazioni del Covid potrebbero diventare molto più pericolose di Omicron e, secondo il portavoce del Dipartimento di Stato americano Ned Price, questo potrebbe diventare una minaccia mondiale.

Anche per Matteo Bassetti, direttore della Clinica di Malattie infettive del Policlinico San Martino di Genova, non dobbiamo sottovalutare la situazione in Cina. “C’è il rischio che diventi il serbatoio di nuove varianti più resistenti”, ha affermato infatti il virologo. Insomma, l’incubo del Covid non è ancora finito.

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure