Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Covid, verso lo stop dell’isolamento dei positivi: cosa ne pensano Bassetti, Pregliasco e Galli

Covid, verso lo stop dell’isolamento dei positivi: cosa ne pensano Bassetti, Pregliasco e Galli

Il sottosegretario alla Salute Andrea Costa ha deciso che è tempo di eliminare la regola dell’isolamento per chi ha il Covid. “Del resto – ha sottolineato il ministro – l’obiettivo, come abbiamo sempre detto, è quello della convivenza con il virus e se parliamo di convivenza non possiamo non rimuovere” anche questa regola. Ecco le opinioni dei virologi più famosi sulla decisione di Costa. È veramente finita l’epoca della pandemia?

Bassetti: “Fondamentale il ritorno alla normalità”

Togliere l’obbligo di isolamento domiciliare dei positivi a Covid è “un passaggio fondamentale per ritorno alla completa normalità e convivenza con il virus che è molto diverso a quello del 2020 e 2021, quando mettevamo in isolamento le persone positive perché non erano vaccinate e rappresentavano un pericolo per gli altri. Oggi la situazione è cambiata – ha spiegato Matteo Bassetti -. Se si farà questo passaggio, spero il prima possibile, sarà quello decisivo per la vera convivenza con il Sars-CoV-2”. D’altra parte però ha sottolineato che i positivo dovrebbero pensare a tutelarsi “o stando casa o indossando la mascherina”. “I sottosegretari alla Salute, Pierpaolo Sileri e Andrea Costa, hanno quasi sempre ottime idee che trovano d’accordo anche i medici. Ma poi decidono altri. Purtroppo negli ultimi tempi sono poco ascoltati”, ha criticato l’infettivologo.

Anche Fabrizio Pregliasco, docente all’università Statale di Milano, ha concordato che l’eliminazione dell’obbligo di quarantena per le persone positive a Covid “è destino all’interno di un percorso di normalizzazione, ma sperabilmente anche di responsabilità dei singoli”. D’altro canto oggi chi fa un tampone di autodiagnosi spesso non si denuncia all’Asl per evitare la quarantena. Il direttore sanitario dell’Irccs Galeazzi ha spiegato che è importante che tutti abbiano “atteggiamenti responsabili” almeno per non contagiare gli altri.

Leggi anche: “In onda”, David Parenzo lascia il programma? L’indiscrezione

Galli: “Rischio ondata anche d’estate”

Un po’ più scettico sulla decisione di Costa, Massimo Galli che teme in una nuova ondata di contagi. “Perché nel momento in cui eliminiamo un altro strumento di controllo, possiamo avere qualche brutta sorpresa e non in autunno, ma già in piena estate”, ha affermato il medico. “In questo momento abbiamo una situazione epidemiologica un po’ troppo dinamica per poter fare corse in avanti nell’eliminare limitazioni. Dalle avvisaglie che abbiamo, l’indicazione è quella di continuare sulla strada della prudenza e mantenere un atteggiamento di cautela. Pare che la pandemia continui a non voler essere chiusa per decreto. Io non posso che rispondere che, per come stanno le cose, la cautela sarebbe ancora opportuna”, ha concluso Galli.

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure