Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Influenza in Italia, il picco a Natale: Bassetti parla di nuova pandemia

Influenza in Italia, il picco a Natale: Bassetti parla di nuova pandemia

Influenza Bassetti

Influenza 2022, picco: sintomi e durata – Fa paura l’influenza quest’anno e non va affatto sottovalutata visto l’aumento esponenziale dei casi. Ne ha parlato il professor Matteo Bassetti, direttore di Malattia Infettive dell’Ospedale Policlinico San Martino di Genova in un’intervista a “Il Messaggero”. «Siamo di fronte a una nuova pandemia, i dati degli altri paesi europei sono impressionanti». In Italia al momento si contano già un milione di contagi. Il picco è previsto per le settimane di Natale, quando molti medici, come immaginerete, sono in vacanza. Un fatto questo che potrebbe mettere in difficoltà il sistema sanitario nostrano. Leggi anche l’articolo —> Covid, i sintomi stanno cambiando: a cosa fare attenzione adesso

Influenza Bassetti

Influenza 2022, il picco a Natale: Bassetti parla di nuova pandemia

Già un milione di contagi in Italia nella settimana appena conclusa, numeri destinati purtroppo ad aumentare. Vista l’altissima circolazione del virus si parla addirittura di una cifra ipotetica raccapricciante: un milione e mezzo. «Guardando anche i dati degli altri paesi europei, la curva avanza in maniera verticale, a 90 gradi, è davvero impressionante», ha spiegato Bassetti. «Sono 50 anni che non vedevamo un’influenza con queste caratteristiche così devastanti. La suina del 2009 era una crescita rapida, ma non con queste caratteristiche», ha aggiunto l’esperto. (continua a leggere dopo le foto)

“Siamo in un fiume quasi all’argine e sta continuando a piovere”

Mentre gli altri anni il picco arrivava tra gennaio e febbraio, «quest’anno il massimo dei contagi è previsto a Natale, proprio  cui il sistema sanitario è più sguarnito di medici per le feste. È qui che possono arrivare i problemi e le strutture sanitarie potrebbero andare sotto stress», ha detto Bassetti. L’influenza «è come una macchina che ormai si è messa in moto», ha rimarcato l’infettivologo. Difatti il virus “contagia” prima i bambini piccoli, poi prende piede tra adolescenti e adulti. Per il Natale si teme purtroppo che esso possa raggiungere agli anziani e ai più fragili. Una situazione potenzialmente esplosiva, senza contare che l’influenza non è la sola infezione in circolazione: «Pneumococchi, emofili e anche il Covid che rimane come rumore di fondo, un virus comunque contagioso. Siamo in un fiume quasi all’argine e sta continuando a piovere», ha spiegato Bassetti. (continua a leggere dopo le foto)

Influenza Bassetti
Cape Town, South Africa

Influenza 2022, il picco a Natale: i consigli di Bassetti

Come prevenire i contagi? «Rispettare le norme igieniche, lavarsi sempre le mani, e per i più fragili, indossare anche la mascherina nei mezzi pubblici o nei luoghi al chiuso, anche se non assicura al 100% la protezione» ha spiegato Bassetti. E il vaccino anti-influenzale? «Andava fatto prima, perchè richiede almeno due settimane per essere pienamente efficace. Dunque soprattutto per gli anziani si deve fare al più presto per evitre l’ondata di Natale». Come curare l’influenza? «Non è necessario imbottirsi di farmaci e sciroppi, basta consultare il proprio medico e prendere un antipiretico (paracetamolo, ibuprofene) se la febbre sale sopra i 38 e mezzo. L’influenza dura una settimana e deve fare il suo corso», ha spiegato Bassetti, che dice pure di evitare gli antibiotici se non prescritti dal proprio medico. Inutile anche la corsa al Pronto Soccorso: «Si rischia di portare un virus in ospedale, aggravando la situazione». Leggi anche l’articolo —> Covid, la Cina si trova ad affrontare un’emergenza senza precedenti

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure