Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Allerta alimentare, ritirata dai supermercati la pasta di un noto marchio: cos’hanno scoperto

Allerta alimentare, ritirata dai supermercati la pasta di un noto marchio: cos’hanno scoperto

Il Ministero della Salute ha segnalato ai cittadini sul proprio sito, che un certo tipo di pasta è stato ritirato dal supermercato. Si tratta di alcuni lotti di un marchio noto, che non è più in commercio a causa della possibile presenza di metalli. Vediamo di quale pasta si tratta.

Pasta richiamata dai supermercati: l’avviso dal Ministero della Salute

Ogni operatore del settore alimentare ha l’obbligo di informare i consumatori sui prodotti alimentari a rischio e pubblicare il richiamo sull’area del Ministero della Salute. Il Ministero della Salute dunque informa i cittadini, tramite il proprio sito, del prodotti contaminati che è possibile trovare al supermercato. Tra i prodotti più richiamati ci sono: cioccolato, merendine, riso, frutta, ortaggi, carne, uova, pesce e pasta alimentare. Di recente è stata data l’allerta alimentare per un noto marchio di pasta. Quale?

Leggi anche: Allarme nei supermercati italiani, intensificati i controlli: cosa sta succedendo

Allerta alimentare: qual è la pasta da non mangiare?

Il Ministero della Salute ha pubblicato un ritiro alimentare di alcuni lotti di pasta. Si tratta degli strozzapreti prodotti dall’azienda Fumaiolo S.r.l. Il vero motivo è la “possibile presenza sospetta” di frammenti di metallo per la rottura degli attrezzi di lavoro utilizzati per produrre la pasta. Il lotto richiamato è il numero 004/22. La data di scadenza riportata sui pacchi di pasta contaminati è il 31 marzo 2023. Chi ha acquistato questo tipo di pasta, dovrà riportarlo nel punto vendita e, soprattutto, evitare di consumarlo. È possibile ricevere il rimborso o sostituire il prodotto, a seconda della policy del supermercato.

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure