Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Scomparsa Kata, svolta nel caso: è successo dopo un mese

Scomparsa Kata, svolta nel caso: è successo dopo un mese

È passato oltre un mese da quando è scomparsa Kata, la bambina peruviana di 5 ani che, mentre giocava nel cortile di un hotel occupato. I genitori sono disperati, hanno provato a togliersi la vita più volte e hanno lanciato appelli su appelli nel corso di questo mese. Adesso a parlare sono gli avvocati della famiglia, che ai microfoni di Quarto Grado hanno dichiarato: “Abbattete il muro di omertà. La nostra sensazione è che ci sia qualcuno in grado di dare una svolta alle indagini”. (continua)

Leggi anche: “Chi l’ha visto?”, spunta l’ultima foto di Kata

Leggi anche: Kata scomparsa, l’annuncio della mamma dopo la fiaccolata stringe il cuore

scomparsa Kata

Scomparsa Kata, svolta nel caso dopo un mese. Parlano gli avvocati

Un nuovo appello è stato fatto dagli avvocati dei genitori di Kata. Filippo Zanasi e Sharon Matteoni: “Ogni giorno speriamo che le indagini siano a buon punto. Vorremmo che tutti si avvicinassero ai genitori per aiutarli a cercare Kata, soprattutto parlando con chi sta facendo le indagini. Abbattete il muro di omertà. La nostra sensazione è che ci sia qualcuno in grado di dare una svolta alle indagini”. La piccola è scomparsa più di un mese fa nel quartiere Novoli a Firenze. Era infatti, il 10 giugno, quando Kata è stata persa di vista dallo zio, tutore della piccola in quel momento. I due avvocati hanno parlato ieri sera, ai microfoni di Quarto Grado, trasmissione di Gianluigi Nuzzi, in onda su Rete4. I legali hanno che da parte della Procura c’è totale riserbo sul caso, ma invitano chiunque sappia qualcosa a contattare immediatamente gli inquirenti. (continua dopo la foto)

Leggi anche: Piccola Kata, lo straziante annuncio della madre ad un mese dalla scomparsa

scomparsa Kata

Svolta nel caso, spunta un nuovo video

L’appello degli avvocati della famiglia di Kata, non è l’unico. Anche il procuratore aggiunto di Firenze, Luca Tescaroli, qualche giorno fa, durante un’intervista in esclusiva al TG1 aveva chiesto “ai familiari il più stretto riserbo e un impegno da parte della collettività, invitando coloro che sanno a riferire esclusivamente a quest’ufficio nell’interesse prioritario della piccola bimba scomparsa”. In queste ultime ore è stato diffuso, su tutti i media nazionali un ulteriore video che mostra l’ultima immagine di Kata. Questo breve filmato risale al 10 giugno intorno alle 15:12. Il video, ripreso da una telecamera di sorveglianza, mostra la piccola salire le scale del cortile dell’albergo, quelle che si trovano all’esterno, e che sbucano sopra i muri di recinzione della struttura. Dalle immagini si vede che Kata è completamente da sola. Questo è il momento prima della sua scomparsa.

powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2023 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure