Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

Tragedia nel calcio: il campione muore a 62 per una puntura d’ape, una città intera in lutto

Lutto nel mondo nel calcio. Proprio in queste ore Stefano Guerra, ex calciatore classe 1962, è morto in seguito alla puntura di un’ape, insetto al quale risultava allergico: sapendo di esserlo, avrebbe chiesto immediatamente aiuto, ed è stato soccorso, ma le sue condizioni sono peggiorate rapidamente. Era ricoverato da alcuni giorni in condizioni disperate all’ospedale Santa Maria Nuova, a Reggio Emilia.
Leggi anche: Massimiliano Varrese rompe il silenzio su “Uomini e Donne”, poi la “legnata” agli haters

Dopo la puntura dell’insetto, avvenuta mentre Guerra stava svolgendo un’attività di volontariato, il 62enne è andato in choc anafilattico, che gli avrebbe poi causato un infarto. Il difensore, nativo di Verona e cresciuto nel Vicenza, aveva militato in varie squadre italiane (tra cui il Prato), ma è rimasto soprattutto nel cuore dei tifosi della Reggiana, squadra con la quale aveva conquistato una storica promozione in serie B nel 1988-89, con l’allenatore Pippo Marchioro.

Tanti i messaggi arrivati in queste ore per ricordare Stefano Guerra, con gli appassionati di calcio di tutta Italia che hanno voluto salutae il campione e dedicargli un pensiero. Lanciato dal Lanerossi Vicenza, Guerra proveniva dall’Audace San Michele, squadra veronese di dilettanti, e aveva giocato poi tra le fila di Prato Reggiana.

powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure