Home » Ambra Angiolini, l’addio all’attrice Ludovica Modugno: “Vola”

Ambra Angiolini, l’addio all’attrice Ludovica Modugno: “Vola”

Si è spenta ieri all’età di 72 anni l’attrice Ludovica Modugno. Anche Ambra Angiolini si è aggiunta al coro di amici e colleghi che hanno voluto salutare per l’ultima volta l’attrice e doppiatrice. L’ex protagonista di “Non è la Rai” l’ha fatto con un post su Instagram: “Vola Ludo… L’hai sempre fatto sulla terra. Mi mancherai“. Un saluto commosso corredato da una foto insieme all’amica e collega. (Continua dopo la foto…)

ambra angiolini instagram

Ambra Angiolini saluta su Instagram l’attrice Ludovica Modugno

È morta ieri nella sua casa di Roma l’attrice Ludovica Modugno. Le cause della sua morta pare siano riconducibili ad alcune complicazioni sorte dopo un malore avvertito lo scorso giugno. L’attrice e doppiatrice lascia un vuoto incolmabile in quanti la conoscevano e la apprezzavano sia artisticamente che umanamente. Il primo a salutare la Modugno è stato Checco Zalone, che con lei ha girato ben due film. “Una grande attrice, che non lo faceva mai pesare. Ciao mamma/zia Ludovica”, ha scritto l’attore e regista sui social.

Adesso anche Ambra Angiolini si unisce al coro di amici e colleghi che ricordano commossi l’attrice scomparsa. L’ex protagonista di “Non è la Rai” ha pubblicato un post su Instagram con una foto insieme alla collega: “Vola Ludo… L’hai sempre fatto sulla terra. Mi mancherai“. Lo scatto ovviamente ha ricevuto migliaia di interazioni in poche ore. Quasi trentamila like e migliaia di commenti, tutti di cordoglio e vicinanza. (Continua dopo il post…)

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Ambra Angiolini (@ambraofficial)

Chi era Ludovica Modugno

Ludovica Modugno è nata a Roma il 12 gennaio 1949, aveva 72 anni ed è stata una grande attrice, doppiatrice, nonché direttrice del doppiaggio italiano. Ha esordito da piccolissima, all’età di 4 anni, nel primo romanzo sceneggiato prodotto e trasmesso in Italia, “Il dottor Antonio”. Ha debuttato poi nel doppiaggio con il film “Marcellino pane e vino”, in cui doppiava la parte del bambino protagonista. Al cinema, inevce, ha debuttato nel film “Italiani, è severamente proibito servirsi della toilette durante le fermate”. È stata in seguito protagonista degli sceneggiati televisivi più seguiti degli anni sessanta, fra i quali ricordiamo: “Cime tempestose”, “Ricordo la mamma”, “Romanzo di un maestro”, “Il novelliere” e “La Pisana”. Negli ultimi anni, infine, è stata protagonista in molti film di successo, tra i quali ricordiamo sicuramente “Quo vado?” e “Cado dalle nubi” con Checco Zalone, “Come tu mi vuoi”, “Il grande sogno”, “Ma tu di che segno 6?” e “Notti magiche”. Era sposata con Gigi Angelillo, con il quale nel 1978 aveva fondato la compagnia teatrale “L’albero”, con la quale ha prodotto e interpretato numerosi spettacoli. Era inoltre la sorella dell’attore Paolo Modugno.

Lutto per Checco Zalone, morta l’attrice Ludovica Modugno: “Ciao mamma/zia”