Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » «E’ un mitomane. Io sono il marito di Liliana Resinovich». Sebastiano Visintin sbotta a “Quarto Grado”

«E’ un mitomane. Io sono il marito di Liliana Resinovich». Sebastiano Visintin sbotta a “Quarto Grado”

Liliana Resinovich Sebastiano Visintin

NEWS TV. Sebastiano Visintin, ospite a “Quarto Grado”, parla del caso Liliana Resinovich. Il marito della donna trovata morta un anno fa ha confessato alcune indiscrezioni sul presunto amante: «Claudio Sterpin? Io lo considero un mitomane, vive di fantasie e Liliana lo aveva capito». Ecco tutta la verità.

>> Liliana Resinovich, novità sul caso: spunta una nuova ipotesi

Sebastiano Visintin, marito di Liliana Resinovich, a “Quarto Grado”

Liliana Resinovich Sebastiano Visintin

Sebastiano Visintin, marito di Liliana Resinovich, la 63enne di Trieste ritrovata priva di vita in un bosco cittadino il 5 gennaio 2022, è stato ospite alla trasmissione di Rete 4 “Quarto Grado”. Durante la diretta l’uomo, parlando con Gianluigi Nuzzi e Alessandra Viero, si scaglia contro il presunto amante. Ecco infatti che prendendo di mira Claudio Sterpin, affrena: «Bisogna dire a Claudio Sterpin che io sono il marito di Liliana, anzi lo ero, e tutto quello che sta dicendo da mesi e mesi non è provato minimamente da qualcosa che possa dimostrarlo! È tutto frutto della sua fantasia di mitomane».

>> Liliana Resinovich, a un anno dal ritrovamento del cadavere le indagini non si fermano

Poi, Sebastiano Visintin ha rincarato la dose: «Sì, io considero Sterpin un mitomane, che si è fatto dentro di sé una fantasia e, probabilmente, Liliana, quando se ne è resa conto, si è ribellata. Questi messaggi di cui tutti parlano… Me ne faccia vedere uno! Non c’è un messaggio che dica qualcosa di esplicito… ‘Ti voglio bene’, ‘Voglio vivere con te’, ‘Sono stufa di Sebastiano’… Sono cose che lui si è inventato nella sua testa, mi dispiace».

resinovich

«Un dolore troppo forte»

Sebastiano Visitin a “Quarto Grando” parlando della moglie Liliana Resinovich, ricorda quella tremenda giornata. Ecco infatti che a Gianluigi Nuzzi e Alessandra Viero confessa: «Ho un brutto ricordo del pomeriggio in cui è stata trovata Liliana e sono stato portato lì. Avevo il cuore a mille, ho chiesto alla polizia di vedere il corpo e non mi è stato permesso. Quel bosco per me è diventato qualcosa di estremamente tremendo. Non ci andrò mai lì, è un dolore troppo forte”. Secondo Visintin, però, la moglie era già deceduta da tempo: “Io penso che lei sia morta il giorno 14 dicembre 2021, quando è sparita di casa, anche da com’era vestita, dagli indumenti, da quello che aveva mangiato, dalle riprese delle telecamere».

Liliana Resinovich Sebastiano Visintin

>> Risvolti sul caso Liliana Resinovich, Roberta Bruzzone: «Non mi sento di escludere un malore»

Qualcuno può avere aggredito Liliana Resinovich? «Non sarò certo io a dare queste risposte – ha concluso Sebastiano Visintin –Abbiamo i nostri consulenti, ci sono persone che stanno seguendo queste cose. Io spero che Lilly non sia stata aggredita, anche perché che motivo c’era per aggredirla? Le risposte le stiamo aspettando da oltre un anno, ormai».

>> “Quarto Grado”, l’ipotesi della cugina di Liliana Resinovich: “È morta così”

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure