Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Liliana Resinovich, a un anno dal ritrovamento del cadavere le indagini non si fermano

Liliana Resinovich, a un anno dal ritrovamento del cadavere le indagini non si fermano

Non si fermano le indagini sulla morte di Liliana Resinovich: le ultime notizie di oggi, 5 gennaio 2023. Il corpo della vittima fu ritrovato esattamente a un anno fa non lontano dalla sua abitazione di via Verrocchio, a Trieste, dove viveva col marito Sebastiano Visintin. La donna è sparita il 14 dicembre 2021 e non si avevano sue notizie fino al 5 gennaio quando fu trovato il suo cadavere.

Liliana Resinovich, le ultime notizie di oggi sul caso
Liliana Resinovich, le ultime notizie di oggi 5 gennaio 2023 sul caso

Liliana Resinovich, le ultime notizie di oggi 5 gennaio 2023 sul caso

La mattina in cui è scomparsa, Liliana si sarebbe dovuta recare in un negozio di telefonia in centro città per poi andare da Claudio Sterpin. I due, secondo quanto ha dichiarato l’uomo, avevano una relazione. Ma Liliana non ha mai raggiunto Claudio. dal suo amico non sarebbe mai arrivata. È scomparsa fino al 5 gennaio 2022, esattamente un anno fa.

Quel giorno, le squadre di ricerca coordinate dalla Prefettura hanno trovato Liliana Resinovich, che giaceva a terra nascosta tra la vegetazione del parco dell’ex ospedale psichiatrico. Il corpo della pensionata era avvolto in due sacchi di plastica e in testa aveva due buste di nylon strette con un cordino. Omicidio o suicidio? Ancora la procura non è in grado di definire la causa della morte di Liliana.

LEGGI ANCHE: “Chi l’ha visto?”, Claudio Sterpin torna sul caso Liliana Resinovich: le sue dichiarazioni sono clamorose

Suicidio o omicidio?

Cos’è successo tra il 14 dicembre e il 5 gennaio? Liliana è stata uccisa o si è suicidata? Molti gli esami, le perizie e gli approfondimenti sul corpo e i reperti rivenuti che sono stati disposti ed effettuati in questi mesi. Ancora però la procura non ha una risposta chiara. Sappiamo che Liliana è morta poco prima del ritrovamento del cadavere. Sul corpo non ci sono segni di lotta. Dopo il ritrovamento del corpo di Liliana, la procura di Trieste ha aperto due fascicoli: uno per sequestro di persona e l’altro per suicidio. Secondo gli inquirenti, Liliana Resinovich è morta per cause naturali. Il cordino tra l’altro è compatibile con un rotolo di spago trovato successivamente a casa di Lilly.

Nonostante tutto, ci sono ancora diverse cose che non tornano: dove è sparita Liliana per quasi un mese prima della morte? C’è poi il nodo delle chiavi di casa che non sono mai state ritrovate. Al momento la procura è più propensa a ritenere che si tratti di suicidio. Tuttavia su questa tesi non si trovano d’accordo i suoi familiari, soprattutto il fratello Sergio, che ha dichiarato di essere pronto a chiedere la riesumazione del cadavere.

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure