Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Lina Wertmuller morta a 93 anni: addio alla grande regista

Lina Wertmuller morta a 93 anni: addio alla grande regista

L’intero paese è in lutto: è morta la regista, vincitrice del premio Oscar. Una scomparsa che reca un dolore immenso. Era infatti amata da tutti. L’Italia le sarà sempre grata per aver portato il cinema tricolore in giro per il mondo. (Continua dopo la foto…)

lina wertmuller

È morta Lina Wertmuller

È morta all’età di 93 anni Lina Wertmuller, storica regista e sceneggiatrice. Era un vero e proprio pilastro del cinema italiano. La notizia è stata annunciata poco fa ed ha recato un dolore immenso. La Wertmuller – ovviamente – era conosciuta da tutti. La sua scomparsa lascia un vuoto tremendo nel cuore degli italiani.

Arcangela Felice Assunta Wertmüller von Elgg Spanol von Braueich, nome all’anagrafe di Lina Wertmüller, era nata a Roma il 14 agosto 1928. È stata una regista, sceneggiatrice e scrittrice di fama mondiale. Ha portato l’Italia in giro per il mondo e per il nostro paese era un vanto. È stata la prima donna nella storia ad essere candidata all’Oscar come migliore regista, per il film “Pasqualino Settebellezze”, nella cerimonia del 1977. L’anno scorso le è stato assegnato il Premio Oscar onorario.

Gravissimo lutto per il Tg1, lo straziante annuncio in diretta poco fa

La sua biografia

La Wertmüller è stata una tra le più grandi registe e sceneggiatrici italiane, nota per le sue commedie incentrate su questioni politiche e sociali contemporanee. È stata la prima donna a ricevere una nomination all’Oscar per la miglior regia per il film “Pasqualino Settebellezze” nel 1977. Si è laureata all’Accademia del Teatro di Roma nel 1951 ed ha svolto svariati lavori, da burattinaia a direttrice di scena, prima di diventare una regista e sceneggiatrice affermata in tutto il mondo. È stata anche assistente del regista Federico Fellini, lavorando a “Otto e mezzo”.

Ha raggiunto la fama internazionale con il suo quinto film, “Mimi metallurgico ferito nell’onore”, una satira sui cambiamenti dei costumi sociali. I due migliori film della Wertmüller sono “Travolti da un insolito destino nell’azzurro mare d’agosto“, spiritosa commedia, e il già citato “Pasqualino settebellezze”, pellicola incentrata su un dandy italiano che deve tradire tutti i valori morali mentre cerca di sopravvivere alla Seconda Guerra Mondiale. L’anno scorso ha ricevuto il premio Oscar onorario.

Vuoi rimanere informato su tutte le notizie in tempo reale? Segui il canale Telegram 👉 t.me/ultimaor

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004