Home » Manuela Arcuri parla delle molestie ricevute sul set ad inizio carriera

Manuela Arcuri parla delle molestie ricevute sul set ad inizio carriera

L’attrice Manuela Arcuri ha alle sue spalle una lunga carriera ricca di successi. Per l’artista 44enne non è stato però un percorso sempre facile. Com’è capitato a tantissime altre donne, anche Manuela Arcuri è stata spesso vittima di molestie sul set. Per fortuna la donna è sempre riuscita a reagire e a trovare la forza per andare avanti. L’artista si è lasciata andare e ha raccontato queste sue tragiche esperienze durante una lunga intervista al Quotidiano Nazionale. Un racconto choc che ha lasciato tutti i suoi fan completamente senza parole. (Continua a leggere dopo la foto)

Manuela Arcuri parla delle molestie ricevute sul set: un racconto da brividi

Manuela Arcuri nel corso della sua lunga carriera come attrice ha dovuto affrontare momenti difficili da dimenticare. Diverse infatti le molestie sessuali di cui è stata vittima da giovane sul set. La donna ha decido di parlare di questo delicato tema durante una lunga intervista al Quotidiano Nazionale. Manuela ha ammesso: «Depravati! Mi dicevano ‘fai vedere il seno. Oggi gli tirerei uno schiaffone. In alcuni casting ti facevano le solite domande, come ti chiami, da dove vieni e poi dicevano: “Fai vedere il seno”. Erano dei depravati, ma dopo due o tre volte gli rispondevo: se non ci sono scene di nudo perché devo mostrare il seno?». Poi ha aggiunto: «Succede nel cinema come in altri posti di lavoro. Nel rapporto tra regista e attrice, il regista sente di avere il coltello dalla parte del manico. Le prime volte, quando andavo ai provini, ogni tanto c’era qualche stupido che ci provava, allungava la mano, mi toccava la gamba, io la spingevo via e lui ci ritentava. Ma ero così giovane che non avevo la forza di mandarlo a quel paese».

La maternità e il difficile ritorno sul set

Manuela Arcuri come ogni donna ha deciso, nel momento in cui è restata incinta di Mattia, di prendersi una pausa e di fare per un po’ soltanto la mamma. Il rientro sulle scene però non è stato assolutamente facile. L’attrice al Quotidiano Nazionale ha dichiarato: « Sono rimasta senza agente, produzione, ufficio stampa. Non ero abituata a bussare alle porte, loro mi procuravano due fiction all’anno. Sono andata avanti con difficoltà, ed è arrivato pure il Covid. Sono stati anni un po’ difficili ma le difficoltà spesso si trasformano in opportunità». Infine, ha parlato anche di Gabriel Garko: «Credo che la nostra storia sia stata vera anche per lui, così ha detto lui stesso. Risale a molti anni fa, forse a quel tempo non aveva ancora ben deciso il suo orientamento. Poi ha capito quale fosse la sua autentica inclinazione».

Storie italiane, Maria Teresa Ruta ricorda lo stupro di 30 anni fa: “Non ci si riprende mai”