Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

“Non è l’Arena”, Matteo Bassetti parla dei nuovi casi di epatite acuta infantile in Italia

Matteo Bassetti ha spiegato a Non è l’Arena, cosa sta succedendo in Europa negli ultimi tempi. Ben 108 bambini nel Regno Unito hanno manifestato i sintomi dell’epatite acuta, fino al 21 aprile scorso. La maggior parte dei pazienti ha un’età compresa tra i 2 e i 5 anni. In 8 circostanze è stato addirittura necessario ricorrere al trapianto di fegato. L’allarme è partito dalla Gran Bretagna, ma in molti altri paesi europei si è riscontrata la malattia, anche in Italia.

mentana giletti

Non è l'Arena Matteo Bassetti

Epatite acuta infantile, 169 casi in tutta Europa

Nel Regno Unito i casi di epatite acuta infantile di origine sconosciuta sono 108. 169 i casi in tutta Europa, uno di questi è risultato fatale. Diciassette bambini (circa il 10%) hanno richiesto un trapianto di fegato. Si tratta di una nuova pandemia? “Mentre l’adenovirus è un’ipotesi possibile, le indagini sono in corso per l’agente eziologico”, fa sapere l’Oms. I casi hanno un’età compresa tra 1 mese e 16 anni. L’epatite ha colpito 169 bambini in tutta Europa. Nel Regno Unito 114, Spagna 13, Israele 12, Stati Uniti d’America 9, Danimarca 6, Paesi Bassi 4, Italia 4, Norvegia 2, Francia 2, Romania 1 e Belgio 1. Anche in Italia sono stati riscontrati alcuni casi, le segnalazioni sono arrivate da Abruzzo, Emilia Romagna, Lazio, Lombardia, Marche, Sicilia, Toscana e Veneto.

Leggi anche: “Un giorno da pecora”, Matteo Bassetti ironizza sui guadagni in Tv dei virologi

bassetti l'aria che tira

“Non è l’Arena”, i consigli di Matteo Bassetti per l’epatite acuta

Si parla di questa nuova emergenza sanitaria da Massimo Giletti a Non è l’arena su La7. A spiegare come affrontare la notizia ci ha pensato Matteo Bassetti, ospite nella puntata di domenica 24 aprile. “Bisogna stare tranquilli”, ha subito chiarito il direttore della clinica Malattie infettive dell’Ospedale San Martino di Genova. “Dopo la pandemia il sistema immunitario dei bambini non è allenato e può essere che ci siano reazioni esagerate all’adenovirus. Mettiamo in comunione i dati, non dobbiamo commettere gli errori fatti dai cinesi nel 2019. Bisogna capire se è un nuovo virus o si tratta di un virus già esistente”, ha rassicurato Matteo Bassetti.

 

Vuoi rimanere informato su tutte le notizie in tempo reale? Segui il canale Telegram 👉 t.me/ultimaor

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004