Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » “Quarto Grado”, l’ex pm Maria Angioni torna a parlare del caso di Denise Pipitone

“Quarto Grado”, l’ex pm Maria Angioni torna a parlare del caso di Denise Pipitone

News tv. “Quarto Grado”, caso di Denise Pipitone: l’ipotesi dell’ex pm Maria Angioni. La scomparsa di Denise Pipitone è avvenuta il 1º settembre 2004 a Mazara del Vallo, in provincia di Trapani, quando la bambina, che all’epoca aveva quasi quattro anni, scomparve mentre si trovava nei pressi della casa della nonna materna. Da quel momento in poi la mamma, Piera Maggio, non ha mai smesso di cercarla, per scoprire la verità su questa intrigata storia. Ora, a distanza di anni, sono venute fuori due nuove piste: una collocherebbe la bambina in Valtellina l’altra in Tunisia. Vediamo cosa sta accadendo nel dettaglio. (Continua a leggere dopo la foto)

Leggi anche –> Denise Pipitone, l’appello a “Ore 14”: spunta la pista rom

“Quarto Grado”, caso di Denise Pipitone: l’ipotesi dell’ex pm Maria Angioni: ecco dove si troverebbe la bambina

Dopo le ultime novità sulla pista rom che avrebbe portato Denise Pipitone in Valtellina, torna a parlare l’ex pm Maria Angioni, che seguì il caso fino al 2005. Denise fu rapita da Mazara del Vallo il 1 settembre 2004 e il magistrato si insediò appena un mese dopo. Tuttavia ancora oggi cerca di smuovere le acque sul caso e ai microfoni di Quarto Grado ha dichiarato: “Non so niente sugli sviluppi successivi . Ricordo perfettamente, ci sono delle notizie sui media, che nel 2013 vennero arrestate delle persone: una donna, mi sembra del Nord Europa, dei paramilitari sempre del Nord Europa, un signore di Mazara del Vallo, persone che facevano la tratta dei bambini praticamente su commissione, cioè studiavano le abitudini di vita del genitore e del bambino, rapivano il bambino e lo portavano da un altro genitore o da un’altra famiglia”. Poi l’ex pm ha parlato di un’ipotesi di traffico di bambini che collocherebbe Denise in Tunisia. (Continua a leggere dopo la foto)

“Non indago, ma tengo alta l’attenzione”

Direttamente da Tunisi, dove si è trasferita da qualche mese con la famiglia, l’ex pm Maria Angioni ai microfoni di Quarto Grado ha svelato una sua ipotesi sul caso di Denise Pipitone: “Una ragazza tunisina presenta tutta una serie di caratteristiche simili a Denise Pipitone sia a livello fisiognomico che di luogo. Questa ragazza è stata segnalata anche da uno stretto familiare di Denise nei primi mesi del 2022. Non vado a cercare la bambina e a disturbare persone, però tengo alta l’attenzione. Chiedo che le istituzioni facciano del loro meglio per risolvere questa vicenda”.

Leggi anche –> Denise Pipitone e gli altri bimbi scomparsi o vittime di violenze: il sospetto di Vittorio Feltri

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure