Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Si suicida dopo il servizio de “Le Iene”, il web chiede la chiusura del programma

Si suicida dopo il servizio de “Le Iene”, il web chiede la chiusura del programma

Le iene suicida Forlimpopoli

NEWS TV. Forlimpopoli, Si suicida dopo essere stato protagonista del programma “Le Iene“.

>>Omicidio Yara Gambirasio, il perito della difesa di Massimo Bossetti svela a “Le Iene” cosa non torna

La storia di Daniele alle Iene: il ragazzo si suicida

Accade che il primo Novembre del 2022 il programma Le Iene, che va in onda su Italia Uno, tratta di un caso di catfishing. La storia parla di Daniele, 24 anni, che, un anno fa, dopo la fine della storia virtuale con Irene, non tiene il colpo e si toglie la vita. Il giovane prese la decisione di uccidersi solo dopo aver scoperto che Irene era in realtà era un uomo e che la ragazza di cui si era innamorato non esisteva affatto. Sentendosi ingannato e preso in giro, prese questa drammatica scelta.

La ragazza era quindi un falso, infatti dietro al telefono c’era Roberto, un operaio di 64 anni. Le Iene partono proprio da Forlimpopoli (Forlì-Cesena) iniziando a cercare il colpevole di un atto illegale e che ha causato il suicidio di un ragazzo giovane. In un anno si erano scambiati oltre 8mila messaggi, in chat e su whatsapp, nei quali si parlava anche di matrimonio e figli. Quando l’inviato delle Iene riesce ad incontrarlo le parole che uscirono dalla bocca di Roberto furono: «È stato uno scherzo non volevo che finisse così, se aveva problemi di testa non è colpa mia».

>> “Che tempo che fa”, clamorosa confessione di Ornella Vanoni

Le iene suicida Forlimpopoli

 Il caso si conclude con la procura di Forlì che emana un decreto penale di condanna per sostituzione di persona (852 euro) e l’archiviazione per l’ipotesi di morte come conseguenza di altro delitto, contro la quale i legali della famiglia di Daniele hanno fatto opposizione.

Roberto di Forlimpopoli non regge e si suicida

È stato trovato senza vita, nella sua casa di Forlimpopoli (Forlì-Cesena) Roberto Zaccaria, l’uomo di 64 anni che si è spacciato per una ragazza di 20 anni. Questo “scherzetto” (come lui stesso disse ai microfoni delle Iene) costò la vita ad un 24 enne che decise di suicidarsi dopo aver scoperto il tutto. Roberto viene trovato dalla madre e si ipotizza che abbia smesso di vivere a causa di un cocktail di farmaci.

Le iene suicida Forlimpopoli

Nonostante durante il servizio delle Iene il suo volto fosse oscurato, c’erano tanti elementi che potevano ricondurre facilmente a Roberto. Come per esempio i tatuaggi e il fatto che spingesse la carrozzina ad una anziana signora (sua madre). Queste sono caratteristiche che possono far riconoscere una persona, soprattutto ad un piccolo paese come quello di Forlimpopoli.

Il Web insorge contro Le Iene: «istigazione al suicidio»

Dopo qualche minuto dalla scoperta del suicida Roberto (Forlimpopoli) a causa del programma Le Iene, il web inizia pubblicare notizie sul fatto. Il popolo dei social si infuria con ala redazione dicendo: «Trasmissioni come #leiene basano il loro successo sul piacere provato dall’essere umano nel vedere qualcuno che viene bullizzato dalla gogna mediatica. Populismo e giustizialismo mediatico usato come valvola di sfogo di un pubblico di mezza età frustrato». E ancora: «Volendo ragionare con gli stessi criteri populisti della redazione de #leiene, a questo punto dovremmo considerare il loro servizio istigazione al suicidio?». Altri invece commentano: «Ma non vi vergognate per ciò che. Avete fatto con Zaccaria? Vergognoso ciò che aveva fatto, ma non lo avete oscurato. L’hanno riconosciuto e si è ammazzato. Spero che la magistratura apra una indagine con istigazione al suicidio».

>>“Le Iene”, Cecchi Paone senza freni: svela ogni dettaglio intimo sul suo fidanzato

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure