Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Covid Italia, Alberto Zangrillo parla della nuova variante Omicron

Covid Italia, Alberto Zangrillo parla della nuova variante Omicron

Dopo tanta attesa è finalmente arrivato il nuovo decreto Covid con la stretta per le feste di Natale e Capodanno. Tra  le novità: discoteche chiuse fino al 31 gennaio e mascherina anche all’aperto. Le nuove regole rendono la mascherina Ffp2 obbligatoria in alcuni luoghi chiusi, tra cui mezzi pubblici e stadi. Cinema, palestre, bar e ristoranti riservati a chi ha fatto il vaccino. La durata del Green pass passa da 9 a 6 mesi. Queste le nuove regole con cui gli italiani dovranno imparare a fare i conti. Nel frattempo la campagna vaccinale continua senza sosta. In queste ore, Alberto Zangrillo è tornato a parlare della nuova variante Omicron: vediamo le sue parole. (Continua a leggere dopo la foto)

Covid Italia, Alberto Zangrillo parla della nuova variante Omicron

I contagi in Italia continuano a salire e il Governo è stato costretto a varare delle nuove regole, soprattutto per fermare l’avanzata della variante Omicron. Alberto Zangrillo pare non aver apprezzato le nuove strette messe in atto da Mario Draghi per far fronte al virus e sul suo profilo Twitter, come riportato da Libero, ha scritto: «Quando il Paese sarà irrimediabilmente distrutto ne chiederemo ragione agli “scienziati” e ai “giornalisti” innamorati del Covid». Poco prima di questo sfogo social, Zangrillo aveva detto la sua sulla nuova variante attraverso Notizie.com: «La gente sta a casa, ha paura ad andare nei negozi perché è stato detto e scritto che se si va fuori si prende la variante Omicron e si muore, invece è assolutamente falso. Qui se non ci diamo tutti una regolata, ma soprattutto voi media, l’Italia diventa un Paese povero e sempre di più, fino a quando non diventeremo l’oggetto dello shopping di altri paesi che sono stati più intelligenti e competenti di noi». (Continua a leggere dopo le foto)

L’esperto su tutte le furie

Le nuove strette approvate dal Governo, secondo Alberto Zangrillo, potrebbero causare all’Italia gravi danni economici. L’esperto del San Raffaele ha ammesso: «A Milano gli assembramenti sono creati da persone in attesa di tampone fuori dalle farmacie. La paranoia da contagio, creata dai media, è una malattia incurabile». Che dire? Dopo quasi due anni di pandemia, le persone sono arrivate a toccare il fondo. Questo stato di costante incertezza sta distruggendo la vita di molte persone. Non si può far altro che sperare che le nuove regole del Governo riusciranno a traghettare l’intero Paese fuori da questa spinosa situazione.

Massimo Galli torna a parlare del vaccino: l’annuncio inaspettato agli italiani

Vuoi rimanere informato su tutte le notizie in tempo reale? Segui il canale Telegram 👉 t.me/ultimaor

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004