Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Massimo Galli torna a parlare del vaccino: l’annuncio inaspettato agli italiani

Massimo Galli torna a parlare del vaccino: l’annuncio inaspettato agli italiani

I casi Covid in Italia continuano a salire. Ieri, 23 Dicembre 2021, il Governo si è riunito per stabilire delle nuove regole anti-contagio in modo tale da fermare l’avanzata della nuova variante Omicron, che ormai sembra essere quasi dominante. L’arma più potente contro il dilagare del virus resta il vaccino e sono ancora tanti gli italiani che non hanno aderito alla campagna. Dall’altra parte chi si è vaccino è già pronto per la terza dose o dose booster. Proprio sul numero di dosi da fare si è espresso Massimo Galli, direttore di Malattie infettive all’ospedale Sacco di Milano. (Continua a leggere dopo la foto)

Massimo Galli torna a parlare del vaccino: l’annuncio inaspettato agli italiani

L’argomento del giorno in Italia è il vaccino. In questo periodo tantissimi italiani si sono detti pronti alla terza dose. Ma questo “richiamo” sarà l’ultimo? A questa domanda ha riposto Massimo Galli, direttore di Malattie infettive all’ospedale Sacco di Milano: «Mi sento di dire, anche se mi spiace dirlo, che in una situazione in cui in un anno abbiamo avuto tre diverse varianti che hanno preso la scena. L’ultima delle quali molto diversa dal virus sul quale sono stati realizzati i vaccini, la terza dose non sarà l’ultima dose necessaria. Quanto accaduto mi porta a pensare che la faccenda evolverà in una situazione in cui periodicamente toccherà ripetere, se non cambiano le cose, una vaccinazione impostata magari con nuovi vaccini mirato sulla variante predominante, un po’ sul modello influenza». Dunque, una notizia inaspettata che ha lasciato tutti quanti senza parole. (Continua a leggere dopo la foto)

Un vaccino sul modello di quello influenzale?

A questo punto la domanda sorge spontanea. Sarà necessario un richiamo una volta all’anno con gli aggiornamenti del vaccino? Massimo Galli ha ammesso: «È una delle possibili ipotesi che penso debbano essere considerate. Ma se ci fossero stati dubbi sulla necessità di un adeguamento dei vaccini, penso siano stati fugati da questa variante Omicron. Che ha 32 mutazioni rispetto al virus di Wuhan e che giustificherebbe da sola che venga messo in piedi un nuovo vaccino». Che dire? In attesa di sapere di più dal punto di vista scientifico, i casi Covid in Italia continuano ad aumentare. Ieri, 23 Dicembre 2021, i dati registrati sono stati i seguenti: 44.595 nuovi contagi.

Vuoi rimanere informato su tutte le notizie in tempo reale? Segui il canale Telegram 👉 t.me/ultimaor

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004