Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Covid, scuole chiuse fino al 29 Gennaio a Dorgali: è boom di positivi

Covid, scuole chiuse fino al 29 Gennaio a Dorgali: è boom di positivi

La pandemia continua a correre e i contagi, almeno per ora, sul nostro territorio non sembrano voler rallentare. Stando ai dati emersi dal bollettino di ieri, 19 Gennaio 2022, sono 192.320 i nuovi casi di Covid in Italia. Sale così ad almeno 9.219.391 il numero di persone che hanno contratto il virus Sars-CoV-2 dall’inizio dell’epidemia. Gli attuali positivi risultano essere in tutto 2.626.590. In diverse zone d’Italia, molti sindaci hanno optato anche per la chiusura delle scuole e il ritorno della tanto odiata DAD. Ad esempio, a Dorgali, in provincia di Nuoro, le scuole resteranno chiuse fino a fine mese. Vediamo nel dettaglio la situazione. (Continua a leggere dopo la foto)

tamponi gratis

Covid, scuole chiuse fino al 29 Gennaio a Dorgali: è boom di positivi

Il Governo, dopo le vacanze natalizie, ha optato per il rientro in presenza. Diversi sindaci però hanno optato o per la chiusura o per la Dad in base ai propri dati interni sui casi da Covid-19. Ad esempio, Resteranno chiuse fino al 29 gennaio tutte le scuole dell’Istituto comprensivo Giommaria Gisellu a Dorgali, in provincia di Nuoro. Ieri nel primo pomeriggio è arrivata l’ordinanza della sindaca Angela Testone. Restano aperti solamente la scuola dell’infanzia e il liceo “Pira”, succursale dell’istituto di Siniscola. Dopo il boom di contagi negli ultimi giorni è arrivato lo stop per la scuola in presenza. Sempre nella giornata di ieri, 19 Gennaio 2022,  la sindaca ha convocato una sorta di comitato con i rappresentanti delle scuole, il Comandante della caserma dei Carabinieri e la Polizia municipale. Come riportato da La Nuova Sardegna, Angela Testone ha dichiarato: «Ho voluto convocare questo organismo per cercare di monitorare la situazione. Ci sono un bel po’ di casi tra i bambini, e qualche insegnante, ma la difficoltà maggiore è legata al tracciamento. Quasi impossibile far rispettare il protocollo del tracciamento per effettuare i tamponi. Motivo per cui anche l’Ats ci ha indirizzato in questo senso, ossia alla chiusura delle scuole. Mi dispiace, ma alla fine abbiamo dovuto cedere, non c’era altra possibilità».

Le parole di Angela Testone

Prima di prendere questa drastica decisione, nei giorni scorsi, Angela Testone aveva richiamato i suoi concittadini alla massima attenzione con un comunicato nel sito istituzionale. Nella nota si leggeva: «Prima di ricorrere a provvedimenti drastici di chiusura delle attività del paese, chiedo a tutti i cittadini e prima di tutto a coloro che hanno esercizi pubblici, di informare i loro clienti ad assumere comportamenti nel rispetto delle regole per il controllo dei contagi. I dati forniti dall’Ats e quelli che risultano dallo sportello comunale indicano una forte ripresa dei contagi da Covid 19».

Oms, il terribile annuncio sull’Italia: cosa sta succedendo

Vuoi rimanere informato su tutte le notizie in tempo reale? Segui il canale Telegram 👉 t.me/ultimaor

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004