Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Omicidio Elena Del Pozzo, la frase del nonno fa crollare Martina Patti

Omicidio Elena Del Pozzo, la frase del nonno fa crollare Martina Patti

Sono sempre più chiari i dettagli sull‘omicidio di Elena Del Pozzo, la bambina di 4 anni uccisa per mano della madre Martina Patti. Lei stessa ha raccontato cos’è successo quel fatidico giorno. Inizialmente però aveva inscenato un rapimento. Ma dopo una frase che le ha rivolto suo padre, il castello di bugie che aveva creato, è crollato.

Martina Patti, come ha ucciso la figlia Elena Del Pozzo

Il Gip Daniela Monaco Crea ha scritto quindici pagine di ordinanza cautelare in carcere emessa nei confronti di Martina Patti per l’omicidio e l’occultamento del cadavere della figlia Elena. “L’unica spiegazione logica e plausibile della dinamica degli eventi è quella che Elena sia stata vittima di un preordinato gesto criminoso, meditato e studiato dalla madre”, ha dichiarato il gip. Elena è stata “vittima di una morte violenta particolarmente cruenta e anche lenta”. Per compiere un massacro del genere la madre deve aver agito da vera calcolatrice, con freddezza e lucidità. Martina, infatti, quando ha caricato in macchina la figlia per ucciderla, “aveva portato con sé un coltello e ben cinque sacchi della spazzatura necessari per la completa esecuzione del delitto”.

Secondo le indagini sembra che Martina abbia coperto la testa della bambina con un sacco della spazzatura, forse perché non aveva il coraggio di colpirla guardandola negli occhi. “Ero girata e non volevo guardare”, ha raccontato la Patti agli inquirenti. La donna tra l’altro, scrive ancora il gip, non ha mostrato alcun segno di pentimento. “Tutti elementi che denotano una particolare spregiudicatezza, insensibilità alle regole del vivere civile, un’assoluta mancanza di resipiscenza ed intensa volizione criminosa”.

Leggi anche:

Martina confessa al padre l’omicidio della nipotina

Il nonno di Elena Del Pozzo aveva capito che la storia del rapimento non reggeva e ha chiesto a Martina delle spiegazioni. “Dimmi la verità”. Inoltre la aveva rassicurata che sul fatto che “il suo sentimento per lei non sarebbe mutato qualunque azione avesse commesso”. Solo allora Martina è crollata davanti al padre e ha confessato. “La bambina non c’è più”.

Oggi, mercoledì 22 giugno alle 17, nella Cattedrale di Catania, saranno celebrati i funerali di Elena. Per la cerimonia è stato deciso il divieto di accesso in chiesa a telecamere e fotografi, sarà trasmessa in diretta, con libero accesso all’uso delle immagini, sul canale Youtube e sulla pagina Facebook dell’arcidiocesi di Catania.

Vuoi rimanere informato su tutte le notizie in tempo reale? Segui il canale Telegram 👉 t.me/ultimaor

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004