Home » Gismondo risponde a Mentana: durissimo attacco

Gismondo risponde a Mentana: durissimo attacco

La professoressa Maria Rita Gismondo ha cercato di far luce sulle autopsie proibite dal Governo sui morti di Covid-19. Una sua frase è stata oggetto di un cosiddetto “fact-checking” per mano della testata Open, diretta da Enrico Mentana. La Gismondo ha così risposto al giornalista e conduttore televisivo, lanciando un durissimo attacco. (Continua dopo la foto…)

gismondo mentana

Chi è Maria Rita Gismondo

Maria Rita Gismondo è nata a Catania il 18 febbraio del 1954. Ha 67 anni ed è una virologa dell’ospedale Sacco di Milano. Ha conseguito ben due lauree presso l’Università di Catania. Nel 1976 si è laureata in Biologia e successivamente in Medicina e chirurgia. Si è poi specializzata in Microbiologia e virologia. Ha lavorato anche all’ospedale di Londra e all’Università del Tenessee negli Stati Uniti. Dal 1987, inoltre, è docente associato di microbiologia clinica, prima a Catania e poi all’Università di Milano. Nel 1995 è diventata direttrice del laboratorio di microbiologia clinica, virologia e bioemergenze del Polo Universitario “L. Sacco” di Milano. Dirige inoltre la struttura BLS4, laboratorio nazionale di riferimento per pandemie e bioterrorismo. Per l’impegno profuso in ambito ospedaliero, nel 2005 ha ricevuto uno dei più importanti riconoscimenti della città di Milano, il premio Ambrogino d’Oro. È inoltre membro esperto della Commissione Europea ed ha lavorato al coordinamento di diversi progetti in Asia ed in Africa. Da anni vive a Milano ed ha due figlie: Cecilia e Beatrice. (Continua dopo la foto…)

Enrico Mentana sospeso dall’Ordine dei giornalisti perchè non ha la Pec

Gismondo attacca Mentana

Di recente si è alzato un polverone riguardo ad una sua frase pronunciata sulle autopsie negate dal Governo sui morti di Covid-19. La frase è stato oggetto del cosiddetto “fact-checking” da parte della testata “Open” diretta da Enrico Mentana. La Gismondo ha risposto al giornalista durante un’intervista rilasciata a Rai Radio 1: “Mi sembrano veramente delle facezie, non so… Voler davvero riempire pagine senza nessuna motivazione seria. […] Voler disquisire su questo non è giornalismo”.

Riguardo alle chiacchieratissime autopsie, la Gismondo replica: “Io ho sempre detto che di fatto ci hanno proibito di fare le autopsie. Il Ministero mi dice che è fortemente raccomandato di non farle. Nella stessa circolare c’è scritto che innanzitutto è sconsigliato farle durante il periodo di emergenza (non si capisce perché) e poi se proprio si devono fare si devono chiedere autorizzazioni a tutta una serie di istituzioni. Allora, non cerchiamo di essere veramente ipocriti a tutti i costi. Se un Ministero mi dice che me lo sconsiglia fortemente, io devo attenermi al consiglio del Ministero. Di fatto sono delle indicazioni”.