Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Guerra Russia-Ucraina, il generale russo Sukhovetsky è stato ucciso? Ecco cos’è successo

Guerra Russia-Ucraina, il generale russo Sukhovetsky è stato ucciso? Ecco cos’è successo

Il conflitto tra Russia e Ucraina continua senza sosta. Durante i vari scontri hanno perso la vita sia diversi militari che civili. Ad esempio, anche il generale russo Andrei Sukhovetsky, figura tra le più prestigiose dell’esercito al servizio di Vladimir Putin, sarebbe stato ucciso durante un conflitto. Va usato il condizionale perchè sulla sua morte non si hanno notizie certe. Veterano dei conflitti in Abkhazia, Nord Caucaso e Siria, 47 anni, parte delle unità aerotrasportate, l’alto ufficiale era il vice comandante di un contingente di forze miste ed aveva anche il ruolo di coordinatore tra le diverse componenti. Cerchiamo di ricostruire che cosa sarebbe successo a Sukhovetsky in battaglia. (Continua dopo la foto)

Guerra Russia-Ucraina, il generale russo Sukhovetsky è stato ucciso? Ecco cos’è successo

Andrei Sukhovetsky, figura tra le più prestigiose dell’esercito al servizio di Vladimir Putin, sarebbe stato ucciso sul fronte di Gostomel, nella regione di Kiev, una delle aree contese nel conflitto tra Russia e Ucraina. Il condizionale è d’obbligo visto che attorno al presunto decesso si è innescato un giallo e al momento non ci sono conferme certe. A porre fine alla vita del generale durante il conflitto sarebbe stato un cecchino. L’informazione è stata rilanciata da fonti locali, da qualche sito specializzato e da un articolo della Pravda da Mosca che ha citato un’associazione di reduci: «Con grande dolore abbiamo appreso della tragica morte del nostro amico, il generale Sukhovetsky, in territorio ucraino durante l’operazione speciale. Esprimiamo le nostre condoglianze alla famiglia». Naturalmente al momento non si può far altro che attendere notizie ufficiali. (Continua dopo la foto)

Decimo giorno di conflitto

Lo scontro tra Russia e Ucraina è giunto al decimo giorno. Questa mattina, 5 Marzo 2022, la Russia ha annunciato una tregua per aprire dei corridoi umanitari per permettere alle popolazioni civili di Mariupol e Volnovakha di allontanarsi dalle città. Ma le autorità locali hanno denunciato il mancato rispetto della tregua: l’evacuazione è stata rinviata. Le truppe russe avanzano verso la seconda centrale nucleare più grande dell’Ucraina. Nel weekend è previsto un nuovo round di negoziati. Nel frattempo, il Presidente Ucraino Volodymyr Zelensky ha fatto anche un discoro di incoraggiamento ai profughi che stanno lasciando in queste ore la Nazione.

Guerra in Ucraina, due fratellini morti a pochi giorni di distanza: mondo in lacrime

Vuoi rimanere informato su tutte le notizie in tempo reale? Segui il canale Telegram 👉 t.me/ultimaor

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004