Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Guerra in Ucraina, l’annuncio straziante di Zelensky: cosa sta succedendo

Guerra in Ucraina, l’annuncio straziante di Zelensky: cosa sta succedendo

Un mese fa è iniziata la guerra in Ucraina. La Russia sperava in un conflitto breve, risolvibile nel giro di pochi giorni, ma non è stato così. Putin si è trovato a fare i conti con la resistenza ucraina. Un popolo tenace che non ha intenzione di arrendersi e che sta cercando di lottare con tutte le proprie forze per la libertà. La situazione in Ucraina si fa sempre più difficile. I corridoi umanitari promessi dai russi non sembrano funzionare davvero. Lo testimonia quanto accade a Mariupol: il presidente ucraino Zelensky ha raccontato la triste storia di un bambino vittima di guerra. (Continua a leggere dopo la foto)

zelensky

Guerra in Ucraina, l’annuncio straziante di Zelensky: cosa sta succedendo

La situazione in Ucraina diventa giorno dopo giorno sempre più complicata. I famosi corridoi umanitari promessi dai russi non sembrano funzionare davvero. A morire sono  soprattutto i civili. Tra loro i bambini, inconsapevoli del loro destino tra le bombe. La guerra provoca solo dolore e sofferenze. Lo testimonia quanto successo a un bimbo di Mariupol. In un video pubblicato su Telegram il presidente ucraino Zelensky ha dichiarato: «A Mariupol, per la prima volta in decine di anni, per la prima volta dall’invasione nazista, un bambino è morto di disidratazione. Centinaia e centinaia di migliaia di persone nelle città lottano tra la vita e la morte, letteralmente. Abbiamo bisogno di una difesa missilistica vitale. È di vitale importanza. Alcune persone molto potenti hanno deciso di mettere una croce sugli ucraini, ma non lo permetteremo e non lo permetterò». (Continua a leggere dopo la foto)

La situazione tra Russia e Ucraina

La guerra è giunta al 30° giorno di combattimenti. È trascorso un mese esatto dall’invasione russa in Ucraina. Il presidente Zelensky ha invitato a protestare contro la guerra in tutto il mondo: «Chiediamo che la Nato ci aiuti pienamente a vincere il conflitto. Ci servono i vostri jet». I 30 Paesi della Nato accetteranno di consegnare alla resistenza ucraina anche mezzi militari offensivi? Jens Stoltenberg al termine del summit straordinario dell’Alleanza Atlantica ha dichiarato: «Gli alleati oggi hanno deciso di fornire più assistenza all’Ucraina, anche dal punto di vista militare. Tra questi si contano armi anti carro, difese anti missili e droni, che si sono dimostrati molto efficaci. Gli alleati poi assisteranno l’Ucraina con aiuti finanziari e umanitari». Infine, ieri Putin ha annunciato che chi compra gas dalla Russia dovrà pagarlo in rubli. Un modo per far rivalutare la moneta russa, da settimane in caduta, e per aggirare le sanzioni.

Putin, cosa sta succedendo ad Alina Kabaeva e ai loro figli: la notizia poco fa

Vuoi rimanere informato su tutte le notizie in tempo reale? Segui il canale Telegram 👉 t.me/ultimaor