Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Matteo Bassetti parla del vaccino anti-Covid: “Non suggerirei la quarta dose”

Matteo Bassetti parla del vaccino anti-Covid: “Non suggerirei la quarta dose”

Dopo oltre due anni, da domani 1° Aprile 2022, l’Italia non sarà più in stato di emergenza Covid, di conseguenza decadono il Comitato tecnico scientifico e la struttura del Commissario straordinario Francesco Figliuolo. Man mano si allenteranno tutte le restrizioni e con il tempo sparirà anche l’obbligo del Green Pass e delle mascherine. Ovviamente questo non significa che il virus è stato debellato, ma che può essere gestito e che bisognerà impararci a convivere. L’arma migliore per fare ciò resta il vaccino. Ai microfoni dell’Adnkronos Salute, l’infettivologo Matteo Bassetti è tornato a parlare della quarta dose e dei vari richiami. Vediamo insieme cosa ha dichiarato. (Continua dopo la foto)

Matteo Bassetti torna a parlare del vaccino anti-Covid: le sue parole sulla quarta dose

Matteo Bassetti, direttore della Clinica di malattie infettive all’ospedale San Martino di Genova, è tornato a parlare di Covid e di quarta dose ai microfoni dell’Adnkronos Salute. Il dottore ha dichiarato: «Personalmente sulla base dei dati attuali non suggerirei la quarta dose di vaccino anti-Covid a tutti gli over 50 indistintamente. Un conto è se parliamo delle persone fragili e immunodepresse, che hanno problemi per cui fare una quarta dose è fondamentale per stimolare il sistema immunitario, un conto è invece dire: da domani tutta la popolazione italiana che ha più di 50 anni deve fare la quarta dose. Quest’ultimo sarebbe un grandissimo errore, che mi auguro non vorremo commettere. Perché vorrebbe dire metterci da maggio a settembre a fare la quarta dose, e poi inevitabilmente ripartire con la quinta». (Continua a leggere dopo la foto)

matteo bassetti covid 19

Servirà anche una quinta dose?

Sempre ai microfoni dell’Adnkronos Salute, Matteo Bassetti ha aggiunto: «Il fatto che negli Usa la Fda approvi un vaccino anti-Covid per l’utilizzo come quarta dose, non vuol dire che deve essere utilizzato, ma che è possibile farlo. Poi dire se la quarta dose serva ed è da raccomandarsi spetta agli esperti e alle società scientifiche. Io penso che ci sia bisogno di dire alle persone che ad oggi il primo ciclo vaccinale è completato con la terza dose. Con un vaccino nuovo e aggiornato sulle varianti di Sars-CoV-2, che le aziende farmaceutiche devono mettere a punto, ne riparleremo il prossimo autunno, per prepararci a quando il Covid picchierà di nuovo. Perché un rischio è che, se noi oggi andiamo a fare la quarta dose, magari poi dobbiamo dire alle stesse persone a stretto giro che devono fare la quinta. E inevitabilmente si perde fiducia». 

Fine stato d’emergenza, le regole per la quarantena restano invariate: tutte le informazioni

Vuoi rimanere informato su tutte le notizie in tempo reale? Segui il canale Telegram 👉 t.me/ultimaor