Home » Rapimento David, trovato il furgone: del bambino nessuna traccia

Rapimento David, trovato il furgone: del bambino nessuna traccia

Svolta nelle indagini per il rapimento di David, bambino di 5 anni scomparso martedì mattina a Padova. È stato trovato il furgone con il quale sarebbe stato rapito. Di lui, però, nessuna traccia. Il bimbo sarebbe stato rapito dal padre, insieme ad altri complici, in un’azione di commando contro la quale la madre del bambino, che lo stava accompagnando a scuola, non ha potuto fare nulla. (Continua dopo la foto…)

rapimento david

Rapimento David, trovato il furgone

Un notizia di cronaca ha sconvolto il nostro paese: martedì mattina, David, un bambino di 5 anni, sarebbe stato rapito dal padre insieme ad alcuni complici. Sarebbe stata un’azione di commando, contro la quale la madre del bambino non ha potuto opporre resistenza. La donna, infatti, stava accompagnando il piccolo a scuola, quando pare sia stata immobilizzata da due anni, mentre quello che pare sia l’ex compagno le ha sottratto il bambino e l’ha portato via con sé. Il piccolo, infatti, sarebbe stato fatto salire su una vettura, dove all’interno c’era un quarto complice che aveva il compito di portare via l’intero commando.

Adesso ci sarebbe una svolta nelle indagini. Intorno alle 22.30 di ieri sera, infatti, una pattuglia dei carabinieri di Limena, in provincia di Padova, ha rintracciato il furgone usato dal papà del bimbo e da tre complici per portare via il piccolo. Il mezzo era stato lasciato in via Martin Piva, all’altezza del civico 8. Il veicolo adesso è stato portato in una zona protetta per i rilievi tecnici necessari. Viene smontata dunque la pista che portava al confine con la Slovenia. Essa sarebbe stata suggerita da un testimone, che sui social ha detto di aver visto il furgone parcheggiato in provincia di Gorizia. (Continua dopo la foto…)

Le indagini

Nel frattempo, proseguono le ricerche dei carabinieri per trovare i sequestratori del bambino. Ieri in caserma è tornata la mamma del piccolo, una 26enne con doppia nazionalità moldava e romena, per fornire una versione più dettagliata dei fatti accaduti. La donna ha postato anche un appello accorato sui social per chiedere a chiunque abbia notizie ad aiutarla per ritrovare il figlio. “Ho paura perché il bambino ha paura di suo padre – dice la donna nei suoi appelli sui social e alla stampa –  non lo conosce, non lo vede da tre anni. Lui è un uomo molto pericoloso, un delinquente. Per favore aiutatemi a trovare il mio bambino, sono disperata”. L’uomo al momento è ricercato sia in Italia che uomo in Italia che all’estero. L’ex marito della donna, infatti, vive a Bucarest, in Romania.