Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Ritirato dal commercio salame del noto marchio: cosa si rischia mangiandolo

Ritirato dal commercio salame del noto marchio: cosa si rischia mangiandolo

Nuovo ritiro dagli scaffali dei supermercati italiani. Il Ministero della Salute ha diramato nelle corse ore un modello di richiamo per il prodotto “Salame Pic nic” del marchio Fumagalli Industria Alimentari S.p.A. Secondo quanto riferito dalla nota il motivo del richiamo è da ricercarsi nel possibile rischio di salmonellosi. (continua a leggere dopo le foto)

Leggi qui tutte le News di TvZap 

salame

Ritirato dal commercio salame del noto marchio: cosa si rischia mangiandolo

È stato ritirato dal commercio un lotto del “Salame Pic nic” a causa di un rischio microbiologico. Secondo quanto riporta la nota del Ministero della Salute, le ragioni son dovute all’eventuale presenza di salmonella. Il lotto che non va assolutamente consumato è il numero 229137 e ha il marchio di identificazione dello stabilimento o del produttore CE IT 92L. Il produttore del salame, come dicevamo, è Fumagalli Industria Alimentari S.p.A., con sede dello stabilimento in via Briantea 18 a Tavernerio, in provincia di Como. La notizia è stata riportata tra i tanti anche da “Libero”. (continua a leggere dopo le foto)

salame

salame

Le avvertenze del Ministero

Ritirato dagli scaffali dei negozi italiani un lotto del “Salame Pic nic”. Tra le avvertenze, la nota del Ministero della Salute specifica: “Le persone che hanno consumato questo prodotto e che hanno i seguenti sintomi: diarrea, vomito, dolori addominali, nausea, mal di testa e febbre, sono invitate a consultare urgentemente il proprio medico di famiglia, segnalando questo consumo”. (continua a leggere dopo le foto)

salame

Nei giorni scorsi era successo con il gelato

L’ingestione di questo lotto di salame potrebbe provocare sintomi che vanno da vomito, diarrea a sindromi cliniche più grave. Nei casi peggiori possono manifestarsi batteriemie o infezioni focali a carico di ossa e meningi, ma questo succede di solito in soggetti fragili come bambini, anziani o persone con deficit del sistema immunitario. Chi avesse acquistato il lotto del prodotto indicato è pregato di riportarlo al negozio, dove riceverà un buono o un rimborso. Solo qualche giorno fa era scattato l’allarme sui gelati. È stato infatti ritirato dal commercio il gelato alla vaniglia prodotto dalla Haagen-Danz: pare che contenesse tracce di ossido di etilene. Leggi anche l’articolo —> Aspirina nel water, il risultato è incredibile: cosa accade

 

Vuoi rimanere informato su tutte le notizie in tempo reale? Segui il canale Telegram 👉 t.me/ultimaor

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004