Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Rovigo, il cadavere di una donna riaffiora dal Po in secca: le varie ipotesi

Rovigo, il cadavere di una donna riaffiora dal Po in secca: le varie ipotesi

Ritrovamento shock sulle sponde del fiume Po in secca. I resti di un cadavere mutilato di una donna sono stati recuperati nel pomeriggio di ieri 4 Aprile 2022 sulla sponda sinistra del Po, all’altezza di Santa Maria Maddalena. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri di Occhiobello e Castelmassa, con l’aiuto dei colleghi della Scientifica giunti da Venezia, che hanno recintato la zona. Per ora le Forze dell’Ordine non hanno riferito nessuna notizia ufficiale, ma in Veneto le uniche donne scomparse sono Isabella Noventa e Samira El Attar. Il corpo potrebbe appartenere a una delle due? Le varie ipotesi. (Continua a leggere dopo la foto)

Rovigo, il cadavere di una donna riaffiora dal Po in secca: le varie ipotesi

Un cadavere di donna, fatto a pezzi e messo dentro un borsone, è affiorato dalle acque del fiume Po in secca nella serata di ieri, lunedì 4 aprile 2022. Il corpo è stato rinvenuto all’altezza del Parco di viale dei Nati, a Santa Maria Maddalena di Occhiobello, in provincia di Rovigo. Per ora gli inquirenti non hanno rilasciato informazioni ufficiali in merito, ma il forte sospetto è che si tratti di una vittima di un omicidio si concretizza ora dopo ora. Sul Gazzettino si legge che “sembrerebbe essere stato un operaio a notare la sacca sospetta avvertendo poi i Carabinieri. Un sospetto fondato perché una volta aperta è stato scoperto il macabro contenuto. Al momento è impossibile ipotizzare provenienza e periodo di stazionamento nell’acqua che arriveranno in soccorso agli inquirenti per aiutarli a dare un nome alla donna uccisa e poi gettata nel fiume. In Veneto le uniche donne scomparse sono Isabella Noventa e Samira El Attar”. Dunque non resta che attendere gli esami per saperne di più. (Continua a leggere dopo la foto)

Isabella Noventa e Samira El Attar

L’omicidio di Isabella Noventa, la segretaria 55enne di Albignasego, è avvenuto a Noventa Padovana, nella notte tra il 15 e il 16 gennaio del 2016. Secondo la ricostruzione dell’accusa la donna sarebbe stata assassinata dall’ex fidanzato Freddy Sorgato e dalla sorella di quest’ultimo, con l’aiuto della tabaccaia Manuela Cacco. Dopo il processo il trio è stato condannato in via definitiva il 18 novembre 2020 per l’assassinio di Isabella Noventa. La condanna della Cassazione ha messo la parola fine alla vicenda. L’unico enigma irrisolto riguarda il corpo della vittima, che fino ad ora non è stato ancora ritrovato. Carcere a vita, invece, per Mohamed Barbri, il 41enne operaio agricolo marocchino accusato di aver ucciso la moglie Samira El Attar, la donna scomparsa a 43 anni il 21 ottobre 2019 da Stanghella (Padova). La conferma dell’ergastolo già inferto dalla corte d’Assise di Rovigo è arrivata in corte d’Appello a Venezia, che ha rigettato il ricorso della difesa. Anche in questo caso non si ha un corpo. (Continua a leggere dopo la foto)

saman abbas

Ritrovamento anche a Maranello

Nelle ultime ore, come riportato da Caffeina, sono stati trovati resti umani a Maranello (Modena). Il ritrovamento è avvenuto nel pomeriggio di sabato ma solo ora la notizia è stata diffusa. La paura è che possa trattarsi Saman Abbas. La 18enne di origine pakistana, scomparsa da Novellara il 30 aprile 2021 dopo essersi opposta a un matrimonio combinato. Per le sua sparizione, l’accusa formulata è quella di omicidio, sono indagati i cugini Ikram Ijaz e Danish Hasnain, il cugino Nomanhulaq Nonamhulaq, e i due genitori di Saman, Shabbar Abbas e Nazia Shaheen, volati in Pakistan il primo maggio 2021 e ancora irreperibili. La certezza sull’identità dei resti ci sarà solo con l’esame del DNA e per questo non resta che attendere.

Vuoi rimanere informato su tutte le notizie in tempo reale? Segui il canale Telegram 👉 t.me/ultimaor