Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Crollo sul ghiacciaio svizzero del Grand Combin: diversi morti e feriti

Crollo sul ghiacciaio svizzero del Grand Combin: diversi morti e feriti

Il Grand Combin è un massiccio montuoso delle Alpi Pennine occidentali, la cui vetta maggiore raggiunge i 4.314 m s.l.m, in Svizzera, tra la valle di Bagnes e la val d’Entremont, nei territori dei comuni di Bagnes, Liddes e Bourg-Saint-Pierre. Proprio sulla cima di questa montagna è avvenuto in queste ore un terribile incidente. Alcuni blocchi dal ghiacciaio del Grand Combin si sarebbero staccati all’improvviso travolgendo diverse persone. Il bilancio tra feriti e vittime è decisamente grave. Vediamo nel dettaglio come sono andate le cose. (Continua a leggere dopo la foto)

Crollo sul ghiacciaio svizzero del Grand Combin: diversi morti e feriti

Un gruppo di 15 alpinisti è stato travolto dal distacco di alcuni blocchi dal ghiacciaio del Grand Combin, sul versante svizzero della montagna. Come riportato dall’Ansa, il crollo è avvenuto verso le 6.20 di oggi 27 maggio 2022 nella zona di Zermatt, nel canton Vallese. In quel momento un gruppo di alpinisti si trovava nella zona e sarebbe stato investito in pieno dal crollo. Al momento le Forze dell’Ordine avrebbero individuato due vittime: una donna francese di 40 anni e una spagnola di 65. Il direttore del Soccorso alpino valdostano Paolo Comune ha dichiarato: “Ci sono probabilmente tre o quattro persone molto gravi e al momento non c’è alcun indizio che porta a presuppore che ci siano persone italiane coinvolte ma non è ancora stata completata l’identificazione”.  Da una prima ricostruzione da parte dei soccorsi, il crollo dei seracchi potrebbe essere legato alle temperature insolite per la stagione primaverile. (Continua a leggere dopo la foto)

La situazione resta delicata

La Procura della Repubblica di Sion ha aperto un’indagine: “Altri alpinisti che erano sul posto  sono stati evacuati”. La caduta dei seracchi è avvenuta a 3.400 metri di quota, nella zona chiamata Plateau du Déjeuner, lungo l’itinerario Voie du Gardien. Poco dopo le 15 il portavoce della Polizia vallesana Steve Leger ha comunicato che “l’operazione di soccorso è stata completata”. Dalle prime informazioni, oltre alle due vittime, ci sarebbero tre feriti gravi e altri dieci alpinisti ricoverati negli ospedali di Sion e Losanna.

Tragedia in Italia, il pullman ha preso fuoco all’improvviso: panico tra i passeggeri

Vuoi rimanere informato su tutte le notizie in tempo reale? Segui il canale Telegram 👉 t.me/ultimaor

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004