Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Terrore in Italia, l’aereo è stato colpito: “costretti ad un atterraggio d’emergenza”

Terrore in Italia, l’aereo è stato colpito: “costretti ad un atterraggio d’emergenza”

La storia che stiamo per raccontarvi sembra la trama perfetta per un film: terrore in alta quota sui cieli di Milano in queste ultime ore di oggi 12 Maggio 2022. Momenti di tensione a bordo di un volo decollato da Linate e diretto a Palermo intorno a mezzogiorno. L’aereo della compagnia Ita, ex Alitalia, era partito alle 12,16 da Milano Linate quando, dopo pochi minuti, è stato costretto a ritornare nuovamente nello scalo milanese per colpa di un guasto tecnico. Vediamo insieme cos’è accaduto all’aereo e come stanno i passeggeri. (Continua a leggere dopo la foto)

Terrore in Italia, l’aereo è stato colpito: “costretti ad un atterraggio d’emergenza”

Terrore sui cieli di Milano intono alle 12.00 di oggi 12 Maggio 2022. Un volo Ita, la compagnia che ha preso l’eredità di Alitalia, è stato costretto a un atterraggio d’emergenza all’aeroporto di Linate. Un motore in avaria ha compromesso il volo. La causa sarebbero alcuni uccelli risucchiati dal motore, il cosiddetto bird strike. Come riportato da alcuni testimoni da terra sarebbe stata avvistata una fiammata. Un imprevisto non da poco, e una discreta preoccupazione per gli 83 passeggeri a bordo, i quali stanno tutti fortunatamente bene. Per circa mezz’ora, essendo stato dichiarato lo stato d’emergenza dal pilota, sono stati sospesi decolli e atterraggi. Poi a partire dalle 12.47 l’operatività dello scalo cittadino è ripresa regolarmente. (Continua a leggere dopo la foto)

Cos’è il bird strike

Con la locuzione impatto con volatili, o bird strike (dall’inglese bird, volatile e strike, impatto), viene indicato in aviazione l’impatto tra un aeromobile e un volatile. I danni causati sono spesso ingenti. A partire dal 1910 si sono registrati 350 decessi in campo militare e 250 in campo civile a causa di impatto con volatili. Il bird strike accade più di frequente durante il decollo o l’atterraggio (circa il 90% dei casi) e in voli a bassa quota. Tuttavia, casi di impatto con volatili si sono verificati anche ad altitudini più elevate, come 6 000 o 9 000 metri sul livello del mare.

Ad esempio il volo US Airways 1549, decollato dall’Aeroporto LaGuardia di New York e diretto all’Aeroporto Internazionale di Charlotte-Douglas, si scontrò con uno stormo di oche canadesi e subì l’arresto di entrambi i motori; non riuscendo a raggiungere nessuna delle piste di atterraggio più vicine, il pilota effettuò un ammaraggio di emergenza sul fiume Hudson senza che nessuna delle persone a bordo perdesse la vita.

Vuoi rimanere informato su tutte le notizie in tempo reale? Segui il canale Telegram 👉 t.me/ultimaor

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004